Festa della Cipolla: Cannara non dimentica la sua ‘regina’

132

Festa della Cipolla: Cannara non dimentica la sua ‘regina’. Intanto prosegue il percorso per l’ottenimento della certificazione igp della cipolla

La quarantesima Festa della cipolla di Cannara dà appuntamento al 2021 ma la città non rinuncia a celebrare i prodotti della terra, primo fra tutti la cipolla, accanto ad altri prodotti tipici e produzioni agricole tradizionali umbri, nella mostra mercato che si terrà da giovedì 3 a domenica 6 settembre al parco XXV aprile, nell’Onion summer village (tutti i giorni dalle 18.30 e domenica dalle 10.30). Nella fiera ci sarà spazio anche per l’oggettistica, l’artigianato artistico e l’antiquariato. I buongustai, poi, non hanno di che temere: seppure mancheranno i tradizionali stand dove sedersi a consumare deliziose pietanze, compresi gli attesissimi ‘piatti stellati’ dello chef Gianfranco Vissani, i palati saranno comunque ricompensati dalle sfizioserie dello street food, sempre all’interno del parco XXV aprile.

Un nuovo modo di godere dell’evento, per certi versi itinerante: non più seduti ma liberi di passeggiare tra le bancherelle e degustare un fritto o un panino, ritagliandosi il proprio spazio negli oltre due ettari della location ed evitando così assembramenti.

“È chiaro che la situazione attuale – ha spiegato Roberto Damaschi, presidente dell’Ente Festa della cipolla – ci impone l’osservanza di norme per il contenimento di Covid-19 e abbiamo quindi deciso di mantenere un profilo ‘sostenibile’ della Festa, dando il giusto risalto all’operosità dei produttori agricoli cannaresi attraverso la mostra mercato, ma senza rinunciare alla buona cucina”.

A questo si aggiunge, sabato 5 e domenica 6 settembre, un Motoraduno. L’appuntamento è alle 17 di sabato al parco XXV aprile, dove si procederà alle iscrizioni per poi dar via al motogiro, destinazione aeroporto di Sant’Egidio, poi aperitivo e cena al parco XXV aprile. Domenica mattina, ritrovo alle 9 e partenza del motogiro alle 11 in direzione Rivotorto d’Assisi, alla sede del motoclub Motoducali per un aperitivo. Dopodiché, rientro a Cannara per il pranzo e per un pomeriggio di giochi, dalle 15 al parco XXV aprile (Possibilità di pernottamento in tenda o in B&B convenzionati, docce e bagni, per informazioni: Danilo 3476560667 – Motoclub Motoducali 3387661921).

Infine, uno sguardo all’iter di certificazione che dovrebbe portare la cipolla di Cannara a diventare un prodotto a marchio Igp (Indicazione geografica protetta), certamente un importante riconoscimento di qualità e dunque motivo di orgoglio per i cannaresi.

“Siamo in dirittura d’arrivo – ha commentato il sindaco di Cannara, Fabrizio Gareggia –. È stato definito il Disciplinare di produzione e l’Areale di produzione. Il Parco tecnologico 3A sta ultimando le analisi tecniche del prodotto e non appena saranno pronte questa amministrazione potrà inoltrare la documentazione al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e…incrociare le dita”.