Corecom: proclamati i vincitori del progetto “Tv di Comunità 2019”

325
 

Corecom: proclamati i vincitori del progetto “Tv di Comunità 2019”. Premiati dalla Regione Umbria 16 video e 6 podcast

Sedici video e sei podcast narrativi per promuovere il turismo lento in Umbria, tra i giovani. Tanti sono i prodotti multimediali realizzati da tv, radio e organizzazioni del terzo settore dell’Umbria con il progetto ‘Tv di Comunità 2019’ organizzato dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom Umbria), dedicato al “Turismo slow: raccontare per promuovere l’Umbria. Economia e cultura, il futuro è digitale”. Stamani, a Palazzo Cesaroni (Sala della Partecipazione), si è svolta la cerimonia di proclamazione dei vincitori che hanno partecipato al bando. A presiedere la cerimonia lo stesso Comitato umbro, composto dal presidente Marco Mazzoni e dai consiglieri Maria Mazzoli e Stefania Severi. Ha portato il saluto dell’Assemblea legislativa, il presidente Marco Squarta:

“ottimo il tema del turismo slow ed il coinvolgimento dei giovani. Quella del turismo lento è una tipologia che si lega perfettamente con la valorizzazione e la disciplina dei cammini paesaggistici e degli itinerari di pellegrinaggio in Umbria. E proprio su questo l’Assemblea legislativa si è espressa positivamente qualche settimana fa, su una mia mozione, che mira ad incrementare i flussi turistici prevedendo le necessarie risorse economiche”.

Squarta ha fatto particolare riferimento alla ‘Via di Francesco’ sostenendo che:

“ha grandi potenzialità per richiamare ancor più escursionisti e turisti da tutto il mondo”.

Squarta non ha mancato di ringraziare, infine, per la qualità del lavoro svolto, il presidente del Corecom, Marco Mazzoni e le altre due componenti il Comitato, Maria Mazzoli e Stefania Severi in scadenza di mandato.

“L’intento, in questi ultimi anni particolarmente difficili per la nostra regione – ha spiegato il presidente Marco Mazzoni – è stato quello di sostenere una comunicazione dal basso, per dare voce a quanto di bello e buono c’è nei territori, che non sempre riescono ad essere protagonisti in chiave positiva. In particolare, questa edizione si è focalizzata sul turismo lento, motore di sviluppo delle zone interne, delle piccole realtà ricche di tradizioni, che i giovani sono chiamati a conoscere, conservare, comunicare. Comunicare, dunque, per divulgare cultura ed economia. Viaggi per immagini che narrano esperienze, storie, realtà locali, bellezze storiche e paesaggistiche attraverso linguaggi di facile comprensione, spendibili anche attraverso i canali social e i siti online, fruibili da smartphone e tablet”.

A spiegare il progetto nel dettaglio è stata Maria Mazzoli, che ha anche coordinato la presentazione dei prodotti multimediali selezionati da una giuria di esperti del settore, composta dai giornalisti Alvaro Fiorucci e Gianfranco Ricci, e da Paola De Salvo, docente dell’Università di Perugia. Quattro le produzioni presentate dalle emittenti televisive, tre da quelle radiofoniche e quattro dalle associazioni.

Per le emittenti televisive: al primo posto Umbria Tv con 100 punti, riceve un contributo di 9 mila euro per i video “Umbria, un mondo intero” e “Vivi slow, vivi l’Umbria”, al secondo Rtua (Tele Orvieto Due) con 85 punti (7mila euro) per “Percorsi – Ho cambiato marcia” e “Percorsi – Tra i due fiumi”; al terzo Tef Channel con 75 punti (4 mila euro) per “Umbria da guinness” e “Marmore uno spettacolo di cascate”; al quarto posto Tele Radio Gubbio con 50 punti (3mila euro) per “La Via dello spirito – tra il sasso del Catria e il monte Cucco” e “Passeggiando per il canyon del Bottaccione”.

Per le emittenti radiofoniche: al primo posto Radio Tadino con 85 punti, riceve un contributo di 4mila euro per i podcast “La casa della nonna” e “Profumo di storia”; al secondo posto Radio Gente Umbra con 75 punti (2.500 euro) per “Bevagna, l’arte del Medioevo che ha cambiato la città” e “Il riscatto di una comunità: Rasiglia e le sue sorgenti”; al terzo posto Radio Regional con 65 punti (1.500 euro) per due podcast dal titolo “Viaggio intorno ai suoni dell’Umbria”.

Per le associazioni: al primo posto si è classificata l’associazione RealMente con 75 punti (7mila euro) per i video ‘The sound of Perugia’ e “Le ceramiche di Deruta. A real experience”; al secondo posto l’associazione ‘Menteglocale’ (5mila euro) con 65 punti, per “Le ciclovie dell’Umbria. Narni-Otricoli” e “Trasimeno a cavallo”; al terzo posto l’associazione culturale ‘Argo’ con 55 punti (4mila euro) per “Un fantasma a Perugia” e “2135 edizione straordinaria”; al quarto posto l’associazione ‘Nuovo Ente Palio dei Quartieri’ con 50 punti (3mila euro) con “Nocera Umbra oasi di pace e natura” e “Nocera Umbra: l’arte medievale del centro storico”.

Diffusione: I video e i podcast saranno trasmessi dalle rispettive emittenti televisive e radiofoniche attraverso due puntate di approfondimento sul turismo slow dedicato per i giovani; le associazioni veicoleranno i video sui propri canali social (Facebook, youtube, etc.) e su due siti di informazione online, tra quelli regionali a maggior diffusione.