Convegno “Donne e disabilità. Storia di una discriminazione multipla” per la parità di genere anche per donne disabili

96
 

Il Consigliere della Regione Umbria, Francesca Peppucci, parla della Sua Legge.

Mercoledì 30 novembre presso la “Sala Vetrata dei Portici Comunali” in Piazza Garibaldi, a Todi, si svolgerà l’Evento “Donne e disabilità. Storia di una discriminazione multipla”. Lo scopo è quello di  contrastare la discriminazione multipla a cui sono soggette le donne con disabilità e a promuovere anche per loro la parità di genere. L’idea del Convegno nasce dal traguardo raggiunto  con l’Approvazione della proposta di legge, del Consigliere della Regione Umbria, Francesca Peppucci, sulla Parità di Genere delle donne con disabilità, avvenuta lo scorso 11 ottobre 2022 durante l’Assemblea Legislativa, quale integrazione alla Legge Regionale 25 novembre 2016, n.14 “Norme per le politiche di genere e per una nuova civiltà delle relazioni tra donne e uomini” che non contemplava in alcun modo la figura della donna con disabilità.
Sulla scia di questo riconoscimento del fenomeno della discriminazione multipla delle donne con disabilità e di misure a tutela delle stesse, il Consigliere regionale, Francesca Peppucci, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Sovrapensiero, ha deciso di organizzare il Convegno “Donne e disabilità-Storia di una discriminazione Multipla” per poter parlare più nel concreto della Legge.
 “I casi crescenti di discriminazione – dichiara il Consigliere Peppucci – evidenziano che le donne con disabilità sono discriminate non solo rispetto alle donne che non hanno disabilità, ma anche rispetto ad un uomo con disabilità, nei diversi ambiti della vita. Dal riconoscimento del diritto al lavoro, diritto alla salute, diritto alla sessualità, alla genitorialità, al contrasto di qualsiasi forma di violenza, sia fisica che psichica. La legge è andata a modificare alcuni articoli di una disposizione regionale già esistente, quella sulle politiche di genere, che non contemplava in alcun modo la figura della donna con disabilità- continua il Consigliere Peppucci- Inoltre riconosce un fenomeno che è da sempre sottovalutato e che interessa decine di donne ed è alla base della tutela dei diritti delle persone con disabilità”
In quali ambiti essere una donna disabile rappresenta uno svantaggio maggiore? Quale consapevolezza hanno le donne con disabilità, e, più genericamente, il “mondo della disabilità”, di questo svantaggio? E cosa si può fare per contrastarlo?
Queste alcune domande alle quali si cercherà di dare risposta grazie agli interventi di ospiti illustri, quali il Consigliere della Regione Umbria, Francesca Peppucci, il garante della disabilità della Regione Umbria, Avv. Massimo Rolla; Silvia Cutrera, Vice Presidente Fish Nazionale; Caterina Grechi, Presidente CPO regionale; Dominga Cotarella, AD dell’Azienda “Famiglia Cotarella”; Antonella Ferrari, attrice, scrittrice e Ambasciatrice AISM; oltre ai Saluti Istituzionali del Sindaco di Todi, Antonino Ruggiano.
A Moderare il Convegno, Donatella Binaglia, Vice Presidente dell’Ordine dei Giornalisti.
Saranno presenti inoltre la Consigliera di Parità della Regione Umbria, Rosita Garzi, della Provincia di Perugia, Giuliana Astarita e della Provincia di Terni, Vittorina Sbaraglini, oltre alle tante realtà associative del territorio.
La discriminazione multipla a cui sono soggette le donne con disabilità può essere colta e contrastata solo considerando simultaneamente sia il genere, che la disabilità.