Balanzano punta sulla sagra per progettare il futuro

530

Balanzano punta sulla sagra per progettare il futuro. In corso di svolgimento la kermesse paesana che quest’anno diventerà il serbatoio principale per il progetto di ammodernamento dell’area verde

E’ in corso di svolgimento la ventunesima ‘Sagra dell’Ortolano’ a Balanzano. Un evento che fa parte della tradizione estiva perugina e che rappresenta da tempo un riferimento per il mondo delle pro loco locali. E’ inutile negare come i proventi di tali manifestazioni diventino un serbatoio importante per la associazioni del territorio, nell’ottica di creare ulteriori servizi durante il corso dell’anno a supporto dei cittadini. Balanzano e la Pro Loco da questo punto di vista sono avanti anni luce e proprio poggiandosi sulla ‘sagra’ hanno avviato la pratiche e ricevuto i primi ‘permessi’ per procedere alla riqualificazione in tema ambientale e funzionale dell’area verde. Un progetto innovativo che consentirà la realizzazione di una struttura polifunzionale ad impatto ambientale zero, utile per l’attività motoria del vicino plesso scolastico e per ospitare le ‘esigenze’ delle diverse associazioni del territorio, tra le quali appunto quelle della Pro Loco, in occasione della sagra e non solo.

“Questo è un territorio che sento molto vicino – ha dichiarato il rieletto Sindaco di Perugia, Andrea Romizi – perché qui ci sono persone stupende che tanto si adoperano portando avanti con ambizione dei grandi progetti. Cercheremo di supportali per quanto possibile, perché certe scelte le ha sposate anche il Comune di Perugia”.

Romizi è sceso a Balanzano nella serata (13 giugno) in cui la Pro Loco, capitanata dal Presidente Onorario Fausto Barcaccia, ha celebrato i tanti sponsor della manifestazione, con una gustosa cena in ambiente davvero accogliente, curato in ogni minimo dettaglio.

Il prologo migliore alla ‘festa’ (14-23 giugno) che nei primi giorni ha già riscosso diversi consenti e tanta partecipazione.

“Sono tre gli obiettivi che questa sagra – ammette Fausto Barcaccia – si è prefissata. Abbiamo creato un ambiente e dei menù che sono a tema rispetto alle tradizioni del territorio. Alla Sagra dell’Ortolano i primi attori devono essere gli ortaggi della nostra terra. Poi abbiamo dato spazio al sociale, coinvolgendo l’AUCC e cercando nel nostro piccolo di dare un contributo. Infine a Balanzano non manca mai la cultura: è esposta una bellissima mostra fotografica che racconta la trasformazione di Ponte San Giovanni e l’area circostante da borgo a paese. Con questa impostazione crediamo di aver creato i presupposti migliori per accogliere tanta gente e fornire un piacevole svago. Il progetto dell’area verde? E’ da oltre un anno che ci stiamo lavorando, in accordo con il Comune. Verrà creata una struttura che consentirà un utilizzo ancora migliore dell’area, per le associazioni come la nostra, per la cittadinanza e soprattutto per la vicina scuola. Sarà realizzata nel rispetto dell’ambiente in cui sorge e portando delle significative innovazioni dal punto di vista energetico e produttivo”.

Balanzano è pronta a proiettarsi verso un importante cambiamento, facendo tesoro delle esperienze del passato e soprattutto senza abbandonare mai le proprie tradizioni. La Pro Loco ha ormai indirizzato il paese verso una dimensione più consapevole circa il ruolo e le responsabilità che può assumere nella determinazione del proprio futuro.