Attivo in Umbria il numero unico di emergenza 112

59
Una infografica mostra il funzionamento del Numero Unico di Emergenza 112 in occasione della conferenza stampa per la Giornata Europea del Numero Unico di Emergenza 112, , 11 febbraio 2020. ANSA/ PAOLO SALMOIRAGO
 

Attivo in Umbria il numero unico di emergenza 112. Si comincia a Perugia e Orvieto, poi Terni, Foligno e Spoleto

E’ attivo anche in Umbria il Numero unico di emergenza 112, modello per la gestione delle chiamate di emergenza realizzato in attuazione della normativa dell’Unione europea e sulla base di una convenzione con le Marche. Si comincia a Perugia e Orvieto (distretti 075 e 0763), mentre dal 26 gennaio a Terni, Foligno e Spoleto (distretti 0744, 0742, 0743), per migliorare – è stato detto durante la presentazione – il tempo della risposta e la qualità del servizio anche grazie al “filtro” che viene fatto su chiamate false e non pertinenti.

Nella sede della prefettura di Perugia, dopo l’annuncio di qualche settima fa, si è tenuta una conferenza stampa in occasione dell’attivazione del servizio ‘NUE 112′ a cui sono intervenuti, tra gli altri, la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, i prefetti di Perugia (Armando Gradone) e Terni (Emilio Dario Sensi), oltre ai vertici regionali e provinciali delle forze di polizia, dei carabinieri, dei vigili del fuoco, dell’emergenza sanitaria 118 Umbria e della protezione civile. Un servizio gestito da una sola Centrale unica di risposta (Cur) Marche-Umbria, con sede ad Ancona.

“In questa ottica di collaborazione, con i nostri ‘cugini’ confinanti – ha affermato Tesei – stiamo portando avanti anche altri progetti per creare sempre più benefici alle nostre regioni e ai nostri cittadini”.