Anche a Perugia l’Arma dei Carabinieri ha festeggiato i 207 anni dalla fondazione

252

Encomi a 33 militari per importantissimi risultati operativi

   

Nella cornice del Comando Legione Carabinieri Umbria si sono svolti i festeggiamenti del 207° anniversario della Fondazione dell’Arma. Alla presenza del prefetto di Perugia Armando Gradone, dell’ispettore regionale dell’Associazione nazionale Carabinieri, del Cobar (Comitato di base per la rappresentanza militare) in un clima di sobrietà reso tanto più necessario dall’attuale fase pandemica e dal puntuale rispetto delle misure volte a contrastarla, il generale di brigata Antonio Bandiera ha rivolto un commosso saluto a tutti i caduti dell’Arma ed in special modo ai colleghi umbri che ci hanno lasciato nell’ultimo anno (il tenente Alberto Bazzurri, Comandante sezione operativa del Norm di Foligno, deceduto il 30-12-2020 e, a causa del virus Covid19 il Brig. Ca. Q.S. Fiorenzo Meccariello addetto alla Centrale operativa della Compagnia di Assisi sono i colleghi del Comando provinciale di Perugia venuti a mancare).

“L’Arma umbra, cui il Capo di Stato maggiore della Difesa ha concesso un encomio solenne per il contributo a sostegno dei cittadini e a salvaguardia della salute – ha ricordato il generale Bandiera –, già dall’inizio della pandemia ha dimostrato un enorme sforzo organizzativo riuscendo da subito a distribuire a tutti i propri militari idonei dispositivi di protezione; tutto ciò, unito all’encomiabile impegno di ogni Carabiniere, ha permesso sul piano operativo di procedere per il 77% del totale dei delitti commessi e di contribuire al calo del 38% in tema di reati contro il patrimonio ad assicurare alla Giustizia nei soli primi mesi dell’anno, in tema di contrasto allo spaccio di stupefacenti, 105 persone e sequestrare oltre 278 chilogrammi di varie droghe”.

L’assegnazione di nuove uniformi operative per tutti i militari, la creazione di un punto vaccinale anti Covid19 presso il Comando regione che ha permesso, tra l’altro, di vaccinare completamente tutto il personale richiedente in tempi brevissimi, le varie iniziative a supporto delle fasce più deboli (ad esempio gli aiuti alle persone anziane per il ritiro della pensione, per le procedure di prenotazione ai vaccini od il semplice ma concreto aiuto nel fare la spesa); un vero e proprio “modello Umbria” per il controllo su strada del trasporto di rifiuti che è diventato un esempio per tutte le altre regioni, l’arrivo e impiego a brevissimo sul lago Trasimeno di una nuova motovedetta classe 200, queste solo alcune delle importanti iniziative dell’Arma in Umbria.

Tra le operazioni più importanti, specie per l’alto impatto mediatico derivato, è giusto ricordare l’attività di indagine dei militari della Compagnia di Assisi che ha portato all’arresto degli autori di una rissa avvenuta fuori da una discoteca di Bastia Umbra la notte di ferragosto dello scorso anno, rissa che ha portato alla morte del giovane Filippo Limini; l’arresto ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Perugia di un cittadino italiano di origini sudamericane responsabile di violenza sessuale a danno di minore avvenuta nel centro storico di questo Capoluogo il 10 giugno dello scorso anno, le attività di indagine hanno permesso di accertare analoghe condotte criminose dello stupratore; l’arresto ad opera dei militari della Compagnia di Todi degli autori di una efferata e violenta rapina in abitazione a danno di una coppia di Deruta avvenuta il 18 luglio 2020.

Il generale Bandiera ha poi voluto espressamente ringraziare per l’impegno i 94 comandanti di stazione e ha consegnato per importantissimi risultati operativi encomi a 33 militari.