A “Utopia 2000” di Bevagna il premio cinematografico “Terzo Settore”

260
   

La cooperativa sociale aderente a Confcooperative Umbria vince con il Docufilm “Tutto quello che sarà”, storia di un operatore e un ragazzo ospite della comunità che in bici percorrono 3.500 Km per raccontare esperienze di Economia Sociale

 

Dal lavoro quotidiano presso un agriturismo etico dedicato al reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e presso una comunità educativa, alla passerella di un festival cinematografico per ricevere un premio che fa bene al cuore e incentiva la voglia di andare avanti nei propri obiettivi. E’ il singolare percorso compiuto da una cooperativa sociale di Bevagna, la “Utopia 2000” aderente a Confcooperative Umbria, recentemente insignita insieme al regista Renato Chiocca del Premio “Terzo Settore” nell’ambito della sedicesima edizione del Festival Internazionale della Cinematografia Sociale “Tulipani di Seta Nera”. A salire sul palco della cerimonia svoltasi a Roma presso il “The Space” – Cinema Moderno, con Claudia Gerini e Marco Giallini alternatisi nelle premiazioni insieme a molte altre star, sono stati fisicamente il presidente della cooperativa Massimiliano Porcelli e idealmente Dennis, un ragazzo ospite di una delle comunità educative gestite da “Utopia 2000”.

Sono loro, infatti, i protagonisti del Docufilm “Tutto quello che sarà”, girato nell’estate 2021 durante il “Girasoli Tour”, che documenta un viaggio in bicicletta di 3.500 Km alla ricerca delle migliori esperienze di Economia Sociale in Italia con inizio e fine proprio a Bevagna dopo aver attraversato ben 13 regioni italiane e visitato 44 progetti (di cui 30 fanno parte integrante del film) legati al mondo dell’inclusione, della legalità, della sostenibilità ambientale, della green economy, dello sport inclusivo.

Ed è proprio nel meraviglioso borgo umbro che la cooperativa sociale si è stabilita dal 2013, gestendo numerosi servizi con 15 operatori (l’attività è iniziata nel Lazio 24 anni fa), compresa un’attività educative a Gualdo Cattaneo. “Il sudore e la fatica della bicicletta – racconta Massimiliano Porcelli – ci hanno fatto sentire anche metaforicamente più vicini all’impegno di chi, tutti i giorni, spesso lontano dai riflettori mediatici, lavora per realizzare un’Italia migliore. Abbiamo voluto offrire uno sguardo diverso, attraverso gli occhi di un addetto ai lavori e quelli di un adolescente che si affaccia alla vita e abbiamo affidato alla sensibilità artistica di Renato Chiocca l’incarico di raccontare tutto questo in un documentario”. Ne è venuto fuori un lavoro che “ha saputo realmente documentare quell’Italia che merita, spesso nascosta nella realtà delle nostre magnifiche province”, ha detto il direttore della sezione Documentari, Gianfranco Pannone. Come per esempio le realtà dell’Istituto Serafico di Assisi e della Fondazione Chianelli di Perugia, con interviste da un lato alla Direttrice e al Direttore Sanitario, rispettivamente Francesca Di Maolo e Sandro Elisei, e al fondatore Franco Chianelli.

Tour e film sono stati ideati, prodotti e realizzati, dunque, dalla Cooperativa Sociale “Utopia 2000” che si è avvalsa di tutto il proprio staff per la logistica, ma anche di Michele Innocente per le riprese, Emanuele Colandrea per le musiche originali, Mattia Soranzo per il montaggio e Davide Micocci per la color correction.

Immediato e convinto il plauso del presidente di Confcooperative Umbria, Carlo Di Somma: “Abbiamo da subito apprezzato questo progetto che dà lustro ai talenti del Terzo Settore, che troppo spesso restano nell’ombra, ponendoli così alla ribalta e quindi siamo orgogliosi che una nostra cooperative abbia ottenuto questo riconoscimento. Da parte nostra faremo di tutto per dare massima diffusione in tutti i contesti sia locali che nazionali questo prodotto che rappresenta una testimonianza fortissimo di quanto si può fare a livello di inclusion sociale”.

Il riconoscimento è anche valso l’invito per il 25 maggio alla conferenza stampa di presentazione – in programma a Cannes – dell’edizione 2023 del Social World Film Festival in cui verranno svelate le nomination per l’ambito premio. Intanto, però, il film in questi giorni è stato selezionato per essere proiettato in concorso nel prossimo luglio all’Ischia Global Film Festival, evento del jet set della cinematografia mondiale, ideato dal noto produttore Pascal Vicedomini. Grazie a questo risultato, durante quel periodo sarà possibile vederlo su MyMovies la più importante piattaforma streaming italiana. A ottobre, inoltre, “Utopia 2000” sarà protagonista al Festival nazionale dell’Economía sociale e della transizione ecologica che si terrà a Castano Primo (MI), importantissima manifestazione alla quale l’anno scorso hanno partecipato personaggi come Ferruccio De Bortoli e Javier Zanetti.

Tutti questi risultati – conclude Porcelli – non devono essere intestati al nostro lavoro ma vanno invece attribuiti al mondo per il quale ci siamo assunti la responsabilità di operare e rappresentare e che, grazie a questo progetto, avrà la possibilità di essere conosciuto al di fuori del proprio steccato che spesso ne costituisce un inutile limite”.