Una donna è stata trovata morta a Perugia: fermato il marito

666
Donna uccisa a Perugia

Si è consumato nel primo pomeriggio di mercoledì 25 novembre un tragico delitto in via Bellocchio a Perugia. In una villa non lontano dalla stazione, Francesco Rosi, agente di commercio di 43 anni, ha colpito a freddo la moglie, Raffaella Presta di 40 anni, avvocato originaria del brindisino. Un omicidio la cui ricostruzione è ancora al vaglio degli inquirenti, con l’uomo reo confesso che è in stato di fermo. Il comandante provinciale dei Carabinieri di Perugia, Cosimo Fiore, ha parlato di “futili motivi”, forse legati a gelosia o ad un rapporto non così saldo tra la coppia, sposata da diversi anni. In casa c’era anche la figlia di sei anni, che sembra non aver assistito all’accaduto, essendo dislocata in un’altra ala della casa. Raffaella Presta sarebbe morta dissanguata, dopo essere stata colpita da due colpi di arma da fuoco, una doppietta. A chiamare le forze dell’ordine pare sia stato lo stesso Rosi: “Venite, ho fatto una cosa molto grave a mia moglie”. La tragedia che ha colpito la famiglia Rosi è arrivata proprio in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.