Spoleto: ragazza chiede aiuto dopo una lite, intervengono carabinieri

143

Ragazza ha detto ai militari di essere stata costretta in casa

 

Ha chiesto aiuto affacciata a una finestra del centro di Spoleto sostenendo di essere stata chiusa in casa dal fidanzato dopo una lite per motivi di gelosia, una giovane in soccorso della quale sono intervenuti i carabinieri.

L’episodio risale ai giorni scorsi.

In particolare – riferisce l’Arma – la giovane ha dichiarato ai militari che a seguito di discussione con il ragazzo, suo coetaneo e poi identificato, questi, dopo avere chiuso a chiave la porta d’ingresso dall’interno, disattivato la connessione wi-fi e sottrattole il telefono cellulare, l’aveva costretta, contro la propria volontà, a restare in casa ostacolando ogni contatto esterno ed impedendole di uscire per l’intera notte. Ha quindi sostenuto che questo sarebbe avvenuto dopo una “ennesima discussione” tra i due per motivi di gelosia.
Solo alle prime luci del mattino – sempre in base alla ricostruzione degli investigatori -, la donna approfittando della distrazione del fidanzato è riuscita ad aprire la finestra e a chiedere aiuto ai passanti.
A conclusione degli accertamenti i carabinieri hanno inviato alla Procura della Repubblica di Spoleto una informativa nella quale viene ipotizzato a carico del giovane il reato di sequestro di persona.