Spello: arriva il Festival Federico Cesi, al via altri 40 appuntamenti con la rassegna culturale “Musica Urbis”

175

Spello: arriva il Festival Federico Cesi, al via altri 40 appuntamenti con la rassegna culturale “Musica Urbis”. La XIV edizione del Festival, dopo l’apertura di ”Italia princeps musicae”, entra nel vivo con “Musica Urbis”: 48 gli eventi che andranno in scena dal 23 luglio al 9 settembre  in alcune splendide location a cielo aperto dell’Umbria

Artisti di fama mondiale nei mainconcert, mostre,  workshop e maratone musicali per l’atteso appuntamento con la grande musica sotto le stelle

Prenderà il via con una serie di appuntamenti dedicati a Dante la rassegna culturale “Musica Urbis” del Festival Federico Cesi che, dal 24 luglio al 5 settembre, proporrà 40 eventi di musica classica tra Spello e Trevi. Il cartellone si alternerà a quello di “Italia princeps musicae”, dedicato quest’anno al genio italiano e all'”italianità”, che il 23 luglio ha inaugurato la 14esima edizione della kermesse a Palazzo Cesi di Acquasparta, luogo di origine della manifestazione, per proseguire fino al 9 settembre con altri 7 concerti che quest’anno toccheranno anche i comuni di San Gemini e Montecastrilli.

Tutti i 48 eventi del Festival,  distribuiti dal 23 luglio al 9 settembre su due filoni, hanno il patrocinio della Regione Umbria, della Diocesi di Orvieto-Todi e dei Comuni che li ospitano e hanno il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni (Carit). Sono organizzati dall’associazione Fabrica Harmonica nel pieno rispetto delle misure di sicurezza contro il Covid-19 e necessitano tutti, in particolare i 34 appuntamenti gratuiti, di prenotazione obbligatoria (tel. +393939145351 e +393938385945, email: fabricaharmonica@gmail.com).

La XIV edizione del Festival Federico Cesi Musica Urbis è fortemente ispirata dal genio italiano in ogni settore dell’arte e da quello musicale in primis. Immancabile l’omaggio a Dante Alighieri, attraverso percorsi d’arte tra antico e contemporaneo, conferenze, installazioni permanenti, circuiti museali, eventi live, rivisitazioni e nuove creazioni dedicate. Il Festival, assecondando la sua naturale attitudine agli eventi multimediali con musica, presenta approfondimenti sul genio pittorico di Raffaello Sanzio, sulle dissertazioni filosofiche di Giordano Bruno e Tommaso Campanella; tratta il tema dell’influenza e ispirazione che l’Italia ha suscitato in tutto il mondo, presentando compositori quali Felix Mendelssohn con la sua “Sinfonia Italiana”, Johann Sebastian Bach e il suo “Concerto Italiano”, Franz Liszt affascinato da Verdi, Dante, Petrarca e, in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, è previsto anche un omaggio ad Astor Piazzolla, creatore del nuovo tango argentino. In una programmazione estremamente ricca non potevano mancare alcune rarità come il “BeatusVir per doppio coro e orchestra” di Antonio Vivaldi e l’oratorio inedito “Il Martirio di San Terenziano” di Antonio Caldara, entrambi glorie italiane del barocco. Per tutta la durata del Festival, inoltre, sarà attivo il Circuito Dante per cui il complesso Museale San Francesco di Trevi, la Pinacoteca Comunale di Spello e il Museo della Stampa di Foligno accoglieranno i visitatori che presenteranno il biglietto degli eventi del Festival Federico Cesi con ingressi ridotti.

In splendide location a cielo aperto, tra giardini e cortili seicenteschi, artisti di fama mondiale nei mainconcert, mostre, enogastronomia, workshop e maratone musicali daranno vita ad appuntamento con la grande musica sotto le stelle; fusione ed esaltazione della bellezza architettonica e paesaggistica di città e luoghi dell’Umbria che si incastonano come perle preziose nel paesaggio italiano.

L’apertura di Musica Urbis è dedicata a Dante Alighieri, per celebrare i 700 anni dalla scomparsa del sommo poeta, con tre iniziative in programma sabato 24 luglio, che si snodano tra Spello e Trevi (“La Divina Commedia, Percorsi d’arte in musica tra l’antico e il contemporaneo, circuiti permanenti e live performance”). Il primo appuntamento, alle ore 11 presso il Teatro Subasio a Spello, è una conferenza del professore Roberto Antonelli dell’Università La Sapienza di Roma su “Dante poeta-giudice del mondo terreno”. Seguirà alle ore 12 la presentazione diun’istallazione contemporanea permanente della cantante, compositrice e producer romana Francesca Palamidessi intitolata “Dante Today: Come in alto, così in basso”. Alle ore 17 ci si sposta presso il complesso museale di San Francesco a Trevi, dove è in programma una visita guidata con concerto di musica medievale “L’arte della stampa: i maestri tipografi  di Trevi”. Entrambe gli eventi saranno seguiti da un brindisi inaugurale a cura della Cantina Ponziani di Orvieto.

Il giorno successivo, domenica 25 luglio a Villa Fabbri a Trevi (ore 11) si terranno dei percorsi musicali in villa con visita guidata a cura di Bernardino Sperandio.

Il primo appuntamento con la grande musica sotto le stelle è in programma martedì 27 luglio presso il Ninfeo di Villa Fabbri a Trevi (ore 21,30) con il concerto “Dante live”, una contemporary live performance che vede l’esecuzione di due prime produzioni composte per il Festival, ispirate alla produzione dantesca. Un concerto eccezionale con musica classica, elettronica e video-proiezioni per un organico che vede impegnati sul palco 6 solisti, un coro, quattro sax ed il dipartimento di musica elettronica di Tor Vergata ovvero la Romensemble, Amat Lab, Ffc Sax Ensemble con Francesca Palamidessi (voce, elettronica e visual), Giuseppe Silvi ed Enzo Filippetti (elaborazioni e live electron ics), Annalisa Pellegrini (maestro del coro) e Concetta Anastasi (direttore). Sul palco i solisti Cheng Hsiang Yuan (tenore), Claudio Mugnaini (baritono), Cristina Rosa, Floriano D’Auria, Lucas Reis e Cecilia Coletti. Il programma prevede l’esecuzione dell’operina buffa in tre atti di Jean Francaix “Paris a nous deux” per pianoforte, sax e coro, e ben due pezzi inediti, commissione del Festival, composti rispettivamente dal compositore cilentano Pasquale Citera e da Francesca Palamidessi. Si tratta di un evento eccezionale nel panorama della offerta musicale estiva di classica, poiché questo repertorio non è presente in nessun altro cartellone italiano.

Il cartellone di Musica Urbis proseguirà con il “Virtuoso Mallets” con la marimba “africana” di Rosario Gioeni, in programma mercoledì 29 luglio (ore 21,30) presso l’Auditorium San Francesco a Trevi.

Venerdì 30 luglio, nella Villa dei Mosaici di Spello (ore 18), andrà in scena “Musical Breeze: duo sconfinate armonie” con Veronika Khizanishvili al flauto e Katia Catarci all’arpa. Seguirà alle 21,30, sempre nella stessa location, il concerto dal titolo “Trame: l’arpa in jazz” con Marcella Carboni e la sua arpa elettroacuistica e live loop.

Sabato 31 luglio l’Auditorium di San Francesco a Trevi ospiterà “Fh giovani: Galà lirico” (ore 17), mentre lunedì 2 agosto alle 21,30, nella stessa location, è di scena “Liszt in Italia” con Fiorenzo Pascalucci al pianoforte.