Castel Rigone: presentata la VI edizione di “Castel Rigone Libro aperto”

334
 

Castel Rigone: presentata la VI edizione di “Castel Rigone Libro aperto”. Un Festival sul Nuovo Umanesimo. Serata di punta con Pippo Franco

Arriva la sesta edizione di Castel Rigone Libro Aperto – Festival sul nuovo Umanesimo (25 luglio / 09 agosto /20 agosto), presentato oggi nella sede della Provincia di Perugia, alla presenza di Simonfrancesco Di Rupo ideatore e direttore artistico, Eugenio Rondini ideatore e coordinatore e Sandro Pasquali Vicepresidente della Provincia di Perugia.

L’intenzione di questa iniziativa è quella di declinare i temi relativi all’Uomo nelle più sfaccettate maniere. Nel suo saluto Pasquali ha espresso profonda stima agli organizzatori affermando che la posizione dominante del paese di Castel Rigone gli permette di proporre iniziative di largo respiro  “Salire in questo paese e vedere il Trasimeno in tutta la sua bellezza è già di per sé un grande spettacolo” – conclude. Ha ringraziato Simonfrancesco Di Rupo, la Pro Loco  e  Rigone e ACCR (Associazione Culturale Castel Rigone), Eugenio Rondini riconoscendo “a tutti una capacità importante per questo Festival, ovvero quella di intercettare personaggi che possono parlare su argomenti importanti. Quanto detto – ha concluso Rondini – rende questi tre venerdì momenti di alto livello culturale”.

“La filosofia del Festival è sempre stata quella – ha detto Simonfrancesco Di Rupo – di permettere alla cultura di avvicinare le  sensibilità più trasversali possibili nel dono di ogni serata che, scevra da intellettualismi a  circolo chiuso, desidera offrire un’esperienza di buongusto e immersione nella magia del luogo  e delle sue realtà associative. L’ingresso gratuito e il volontariato per noi non sono elementi di  una politica momentanea ma una visione, una scelta. L’Umanesimo per noi non è mai solo un  argomento ma un modo di intendere la Vita per propiziare semplicità e unione.

Quest’anno non c’è un tema trainante abbiamo  lavorato per portare tre serate estremamente diverse da loro ma, proprio per questo, ricche di  spunti per ogni appetito culturale.

Domenica 25 luglio alle 21 avremo modo, con il Rettore Maurizio Oliviero intervistato da  Riccardo Marioni, di enucleare risultati e prospettive dell’Università e della Ricerca nello  scenario attuale. Una discussione in cui il tema della ripartenza in chiave sociale non può  prescindere dalla valorizzazione delle menti e delle capacità di quell’Umbria che studia e  produce conoscenza al servizio del territorio e del mondo.

Lunedì 9 agosto ospite Pippo Franco, artista fra i più eclettici e profondi in  Italia da metà 900 ad oggi. Pochi sanno che il giovane Pippo Franco fu allievo pittore di Renato  Guttuso, e che nel corso della sua vita ha divertito tutta Italia mentre coltivava, personalmente e in silenzio, temi spirituali importanti che lo hanno portato a una ricchezza interiore di tutto  rispetto. Ci parlerà di “Italianità”, strappandoci quel difficile ma tanto agognato sorriso di cui  tutti abbiamo bisogno adesso.

Venerdì 20 agosto avremo Aurelio Valentino, un grande consulente, coach e project leader per  aziende di caratura internazionale a parlarci di “Intelligenza Competitiva”. Una serata  all’insegna dello stimolo a pensare l’uomo secondo le potenzialità che può attivare per il  miglioramento. Un “competere” inteso come una facoltà nascosta che ci aiuta ad affrontare le  partite della vita. Serata estremamente consigliata per atleti, imprenditori, studenti e chiunque  voglia capire meglio i propri punti di forza.

Gli spettacoli si terranno nella Terra del Belvedere.