Servizio Civile in Oncologia, la toccante testimonianza di quattro giovani volontari

271
Nella foto i volontari del Servizio Civile
 

“Usciamo da qui con un bagaglio di vita colmo di valori, di fondamenta e di persone fantastiche”

Dodici, intensi mesi di Servizio Civile accanto ai pazienti dell’Oncologia Medica dell’Ospedale di Perugia. Un’esperienza profonda, caratterizzata da “emozioni indescrivibili” per quattro giovani volontari che nei giorni scorsi hanno salutato il personale della Struttura al termine del progetto portato avanti con grande entusiasmo. Un percorso di vita e di formazione che ha colpito nel profondo i ragazzi, al punto da scrivere una commovente lettera in cui hanno messo “nero su bianco” tutto il bagaglio acquisito durante i lunghi mesi vissuti a fianco dei pazienti e dei sanitari, ringraziandoli per averli “ospitati, accolti e permesso di inserirsi in questa realtà così piena di affetto e di insegnamenti, ma soprattutto così piena di significato”. Una lettera arrivata al cuore di tutta l’equipe di Oncologia, in cui i giovani volontari hanno raccontato il cammino percorso, a volte doloroso, ma ricco di insegnamenti preziosi:

“Abbiamo imparato tanto da voi che siete stati per noi, in termini di contratto, degli ottimi tutor, ma in termini di vita, senza ombra di dubbio, degli eccellenti punti di riferimento”.

Ilaria, Samuel, Filippo e Lorenzo hanno svolto per un anno il Servizio Civile grazie ad una convenzione sottoscritta tra l’Azienda Ospedaliera di Perugia, la FAVO – Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia e l’AIMAC – Associazione Italiana Malati di Cancro, permettendo loro di entrare a contatto con i pazienti oncologici per offrire un supporto durante la ‘battaglia’ contro la malattia.

“Da alcuni anni l’Azienda Ospedaliera di Perugia è in convenzione con FAVO-AIMaC per ospitare, presso la nostra struttura complessa di Oncologia, i volontari del Servizio Civile che sono stati selezionati per il progetto Informacancro – spiega la dottoressa Enrichetta Corgna, Operatore Locale di Progetto del Servizio Civile – Per l’anno 2019/20 erano stati selezionati 4 giovani tra i 20 partecipanti al concorso presso la sede della nostra azienda. La pandemia ha ritardato l’inizio della loro attività di alcuni mesi, ma, la loro presenza in un momento così difficile è stata per noi preziosa. Hanno lavorato insieme a tutto il personale con una dedizione, una gentilezza e una disponibilità straordinaria, facilitando la nostra attività quotidiana”.