“Re Generation Challenge”: tre progetti ternani in finale

726
(Foto: terninrete.it)
 

Tre progetti ternani tra i dieci finalisti nazionali di Re Generation Challenge, l’iniziativa di Erg per valorizzare le attività imprenditoriali che puntano sulla innovazione, in particolare sull’energia sostenibile e la rigenerazione urbana.

Si svolgerà martedì 21 marzo, al teatro Sergio Secci di Terni, il TechGarage, l’evento finale della business plan competition lanciata da Erg, in collaborazione con il Comune di Terni. L’iniziativa offre a studenti, startupper e aziende la possibilità di misurarsi per sviluppare iniziative imprenditoriali innovative sul territorio di Terni.

In gara dieci progetti presentati da altrettanti team che hanno superato le varie fasi della selezione, cominciata lo scorso 28 novembre. I tre team ternani sono Hesalis, società agricola dedita alla produzione alimentare a km 0; Terniteg, brevetto sui generatori di energia che trasformano l’energia termica di scarto in energia elettrica; Wisepower, rete di sensori che consentono il monitoraggio e l’analisi dei parchi eolici.

Erg Re-Generation Challenge è realizzata insieme a dpixel e si inserisce nell’ambito di Terni Urban ReGeneration, l’iniziativa promossa dal Comune di Terni per la riqualificazione delle aree urbane.

“Si tratta – dichiara il vicesindaco con delega all’Innovazione Francesca Malafoglia – di una iniziativa di grande concretezza, che sostiene le idee innovative provenienti in particolare da aziende o team giovani, con grande propensione alle nuove dinamiche produttive. Fondamentale è il rapporto con una multinazionale, quale Erg, una grande gruppo che vede nel rapporto con il territorio un elemento di forza. Importante e che questi progetti, attraverso l’urban regeneration e le istituzioni locali, diventino patrimonio cittadino, di una Terni che accanto alle produzioni più consolidate sa scommettere sulle nuove start up e sulla ricerca”.

Nel corso della finale organizzata insieme ad Associazione TechGarage, la giuria – composta da manager, finanziatori e rappresentanti istituzionali locali – sceglierà le tre migliori idee imprenditoriali con un sistema di votazione “on-air”. I vincitori riceveranno tre premi, del valore di trentamila, ventimila e diecimila euro, destinati all’avvio dell’iniziativa imprenditoriale sul territorio di Terni.

A Erg Re-Generation Challenge hanno preso parte sessantasei startup, piccole aziende o spin off universitari provenienti da undici regioni italiane che, oltre a concorrere, hanno avuto la possibilità di partecipare ad un percorso formativo finalizzato a sviluppare e migliorare le loro competenze imprenditoriali. Il 23% delle startup che hanno preso parte al concorso ha come fondatrici donne.

Al progetto hanno collaborato l’Università degli Studi di Perugia, l’Università degli Studi di Macerata, Sabina Universitas, l’università degli Studi della Tuscia; l’Agenzia Umbria Ricerche, Hub Corciano, Umbria Risorse, il Centro Arti Opificio Siri, JCube di Jesi e il Consorzio Industriale di Rieti.