In Provincia di Perugia: il Consiglio adotta il nuovo Piano triennale di azioni positive 2017/2020

921
   

Il Consiglio provinciale nella seduta del 26 maggio 2017 ha approvato il nuovo Piano triennale di Azioni Positive dell’Ente. Le finalità di tali Piani, obbligatori per le pubbliche amministrazioni, sono quelle di assicurare la rimozione degli ostacoli che di fatto impediscono la piena realizzazione della parità nel lavoro tra uomini e donne (DLgs 198/2006), la prevenzione ed il contrasto a tutte le forme di discriminazioni e la promozione del c.d. benessere organizzativo (Legge 183/2010).

Nella convinzione che solo un cambiamento culturale diffuso possa davvero aiutare nel cammino verso la parità sostanziale, si è voluto, con questo Piano, promuovere oltre a singole azioni quali quelle volte ad esempio a sostenere una migliore conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di vita, delle vere e proprie strategie di sensibilizzazione e conoscenza sulle tematiche della valorizzazione della differenza di genere.

In tale ottica si è ritenuto di fondamentale importanza, inserire azioni informative/formative e campagne di sensibilizzazione in materia di violenza di genere al fine di operare verso una migliore conoscenza del fenomeno per prevenirlo, arginarlo, denunciarlo, contrastarlo.

“L’Amministrazione provinciale,nonostante le difficoltà che da tre anni sta vivendo – dichiara la consigliera Erika Borghesi –  ha inteso con questo Piano (PAP) cogliere anche un’occasione fondamentale, quella di mettere in campo azioni atte a costruire un clima lavorativo positivo, agevole, inclusivo, capace di valorizzare le persone che vi lavorano e favorire l’agio, il benessere, ricostruire e accrescere il senso di appartenenza ed altre importanti elementi, obiettivi fondamentali per una Pubblica amministrazione e tanto più per quella provinciale che come detto, ha visto, negli ultimi anni, così tanti e profondi cambiamenti, incertezze sul futuro”.

Coerentemente con questa ottica e con quest’orientamento di “cambio di passo”, culturale, dell’agire trasversale e generale, hanno collaborato alla redazione del Piano, con l’Ufficio Pari Opportunità e Pianificazione scolastica, un team formato ad hoc da diverse professionalità ed il “Comitato Unico di Garanzia” dell’Ente.