Perugia1416, domenica è il giorno del Gran Corteo e del vincitore del Palio 2024

134

Tema della sfilata è il “viaggio”. A seguire la Corsa del Drappo e la premiazione del Rione vincitore della nona edizione. Dalle 10 il centro si anima di iniziative

 

   

Perugia, 15 giugno 2024 – Sarà il Gran Corteo in onore di Braccio il momento più suggestivo della giornata conclusiva della nona edizione di Perugia1416, in programma nel centro storico perugino fino a domenica 16 giugno 2024. La sfilata comincerà alle ore 17 con la partenza del Corteo della Reggenza dalla sede di Perugia1416 (situata in via Oberdan 50) seguito da quello di Braccio Fortebracci che, da piazza Italia, prenderà il via percorrendo tutto Corso Vannucci per ricongiungersi all’altro in piazza Grande (piazza IV Novembre). Qui avverrà l’incontro tra i due cortei e il primo Priore nero, appartenente al Nobile Collegio della Mercanzia, accoglierà Braccio quale nuovo signore della Città consegnandogli, sotto il Grifo, simbolo di Perugia, le chiavi della città. Subito dopo i cinque Rioni, interpretando il tema univoco 2024 che è il “viaggio”, sfileranno nell’ordine della classifica della precedente edizione (prima Porta Eburnea con a seguire Porta Sant’Angelo, Porta San Pietro, Porta Sole e Porta Santa Susanna), partendo da piazza della Repubblica, lungo Corso Vannucci per arrivare in piazza IV Novembre. I 5 Rioni saranno giudicati dalla Giuria per l’attinenza storica, l’interpretazione e la scenografia. Il Gran Corteo proseguirà con la sfilata, nell’ordine, delle delegazioni ospiti: Montone (Donazione della Santa Spina), Todi (La Disfida di S. Fortunato – Arcus Tuder), Torgiano (Compagnia dei Tavernieri e Vignaioli della Comunità di Torgiano), Camerino (Corsa alla Spada e Palio), Senigallia (Il Solenne Ingresso), Visso (Torneo delle Guaite), L’Aquila (Compagnia Rosso d’Aquila). La sfilata sarà anticipata alle ore 16 con l’esibizione degli sbandieratori di Gubbio in piazza IV Novembre.

Subito dopo il Gran Corteo prenderà il via la Corsa del Drappo, terza ed ultima gara sportiva. Gli atleti correranno nell’anello compreso tra piazza IV Novembre, Corso Vannucci, piazza della Repubblica e ritorno. La Corsa del Drappo, vinta lo scorso anno da Porta Sant’Angelo, è una staffetta di velocità e resistenza che prevede quattro cambi per squadra, uno per giro, per un totale di cinque giri. Durante il Corteo e la Corsa, che seguirà, non è consentito al pubblico l’attraversamento. In caso di necessità cortesemente attraversare all’inizio del Corso in Piazza Italia.

Durante la gara, i giurati del Corteo consegneranno le loro valutazioni che, sommandosi ai punteggi delle gare sportive, decreteranno il nome dei Rione vincitore del Palio 2024 che sarà premiato (alle ore 19 circadaccapo alla scalinata di palazzo dei Priori. Come sempre, il Capitano del Popolo, che ha precedentemente sfilato il collare della vittoria dal collo del Capitano del Rione vincitore della scorsa edizione (Porta Eburnea), lo consegna a Braccio che lo mette al Capitano del Rione vincitore del Palio 2024  (l’opera di Maria Serena Colombo, vincitrice del concorso “Un palio d’artista”, riservato agli studenti dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia). La rievocazione si concluderà con una festa generale nelle taverne dei Rioni e nei ristoranti del centro storico.

Anche nel corso dell’ultima giornata sarà possibile, dalle ore 10 in poi, assistere, visitare o partecipare a diverse iniziative. In via Maestà delle Volte c’è la “Contrada dei mestieri distretto artigiano medievale”, banchi di antichi mestieri con dimostrazioni dal vivo, tra cui battitura della moneta del tempo: il Grosso perugino. Presso il Centro Espositivo “Galeazzo Alessi”, in via Mazzini, c’è il mercato librario “Pagine Di Medioevo”, organizzato a cura della Libreria Grande di Perugia, dove è in programma anche la presentazione della Guida di Repubblica alle Rievocazioni Storiche Umbre “Umbria in Piazza”, alla presenza del direttore delle Guida di Repubblica Giuseppe Cerasa, della presidente dell’associazione Perugia1416 Teresa Severini e di due noti chef umbri, citati appunto nella guida: Marco Lagrimino (Ristorante L’Acciuga) e Ada Stifani (Ristorante Ada Gourmet).

Sempre alle 10, in corso Vannucci, sono in programma l’esibizione di artisti di strada, lungo le vie del centro storico, e il trekking urbano teatralizzato, per scoprire luoghi nascosti e storie antiche di Perugia, a cura di Stefano Venarucci, direttore artistico della manifestazione, e Tieffeu. Partecipazione gratuita con ritrovo e termine davanti all’ingresso del Palazzo dei Priori in Corso Vannucci (durata 1h e 20′ con replica a seguire). Prevista anche “I luoghi di Braccio”, la visita guidata di un’ora da piazza Matteotti a piazza IV Novembre, sala dei Notari e Logge di Braccio e, passando per l’Acquedotto medievale, San Francesco al Prato, il Pantheon perugino con visita alla Cappella degli Oddi, dove Braccio è tornato a riposare (luogo di ritrovo e partenza: piazza Matteotti, luogo di arrivo: San Francesco al Prato; il costo della visita, dog friendly, è di 12 €, partecipazione gratuita fino a 12 anni. Si raccomanda la prenotazione: 371-3116801 o via email a ciao@grantourperugia.it).

Dalla stessa ora, la mattina, in piazza IV Novembre ci saranno ancora dimostrazioni di living history in piazza a cura della Compagnia del Grifoncello e il torneo cavalleresco per bambini con Tieffeu. Mentre alla sala dei Notari di palazzo dei Priori andrà in onda la proiezione in loop dei primi due episodi della Docu-Fiction “Braccio 3.0” (il terzo episodio è visibile su Amazon Prime Video).

Alle ore 19,30 è in programma l’apertura delle taverne. Ai Giardini Carducci ci sarà il Magnifico Rione di Porta Eburnea in collaborazione con i Magnifici Rioni di Porta Sole e Porta Santa Susanna; al Tempo Bono (in via del Cortone 45) la taverna Magnifico Rione di Porta San Pietro; in via dei Pellari 16 la taverna del Magnifico Rione di Porta Sant’Angelo. Tutte con piatti della tradizione locale di sapore medievale. Come da tradizione, dopo i festeggiamenti e i resoconti nel proprio Rione, tutti si ritroveranno ai Giardini Carducci per chiudere in amicizia la sfida e la serata! Alla Pizzeria Marchigiana di via dei Priori, inoltre, si potranno gustare le pizze dei Rioni, con ingredienti e abbinamenti creativi che richiamano i colori rionali.

Nella gelateria artigianale Mastro Cianuri, situata in piazza Matteotti, sarà possibile degustare gelati creati ad hoc per l’evento con 5 differenti gusti e 5 colori che rappresentano  i 5 magnifici Rioni: apprezzatissimi il gusto mela e spinaci per il gelato del rione Porta Eburnea (verde), zafferano per il rione Porta San Pietro (giallo), lampone e rapa rossa per il rione Porta Sant’Angelo (rosso), lavanda e fiordaliso per il rione Santa Susanna (blu) e germe di grano per il rione Porta Sole (bianco). Nella storica Pasticceria Sandri sarà possibile ammirare in vetrina la scultura raffigurante il Palazzo “abbreviato”, opera di Nicoletta Tirelli.

ALBO D’ORO – Il Palio è stato vinto nelle precedenti edizioni per tre volte da Porta Santa Susanna (2016, 2017, 2019); una volta da Porta Sole (2018), da Porta Sant’Angelo (2022) e da Porta Eburnea (2023). Simbolicamente, non essendo stato conteso causa pandemia, nel 2020 è stato donato alla città di Perugia, e nel 2021 agli operatori economici del Centro Storico. Non è mai stato vinto da Porta San Pietro.

PATROCINI – Perugia1416 ha il sostegno di Fondazione Perugia e ha il patrocinio di: Ministero della Cultura, ICPI (Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale), Ministero del Turismo, ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo), Medieval Italy, AURS (Associazione Umbra Rievocazioni Storiche), Assemblea Legislativa della Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia, Camera di Commercio dell’Umbria, “Umbria, cuore verde d’Italia”, aeroporto internazionale San Francesco D’Assisi.