Perugia, arrivano gli stati generali di professionisti e imprenditori

329
 
 

Per analizzare aspetti tributari e crisi d’impresa

Partono dall’Umbria gli stati generali di professionisti e imprenditori per analizzare aspetti tributari e crisi d’impresa.

La prima edizione si terrà a Perugia il 4 aprile, presso la sala Sant’Anna del Comune, con inizio alle 14.30.

Un incontro promosso dalla fondazione Centro studi valore impresa sul tema: “Reati tributari tra aspetti penali e compliance D.Lgs. 231”. Che stabilisce le responsabilità del datore di lavoro e dell’azienda in caso di illeciti compiuti dai propri dipendenti.

 Tra gli invitati a partecipare il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Il programma – è detto in un comunicato dei promotori dell’iniziativa – prevede gli interventi di Maurizio Leo, docente presso la Scuola nazionale dell’amministrazione pubblica, di Annibale Dodero, già direttore della Direzione centrale normativa dell’Agenzia delle Entrate, Saverio Capolupo, membro del Consiglio di Stato, già comandante generale della Guardia di Finanza, Fabrizio De Simone, docente e revisore legale, già dirigente dell’Università di Cattolica del Sacro Cuore di Milano. I lavori saranno condotti da Lucia Bertinelli, coordinatrice Regione Umbria della fondazione Centro studi valore impresa e dall’avvocato Lucia Baldoni, membro del Consiglio nazionale della Fondazione.

L’incontro di Perugia è il primo di una serie di momenti di riflessione che si terranno in altre regioni dove valore impresa è presente. “Obiettivo dell’incontro – spiega il presidente della fondazione Centro studi valore impresa, Gianni Cicero – è di puntare a una sempre maggiore conoscenza e specializzazione dei nostri professionisti, attraverso specifici momenti di formazione e informazione territoriali. Per meglio sostenere le nostre imprese, che stanno cercando di sopravvivere in uno scenario tremendo, a causa di una crisi economico-sociale, generata prima dalla crisi finanziaria del 2008, poi dalla crisi pandemica e oggi anche dalla crisi internazionale, cercando di salvaguardare il futuro delle proprie famiglie e di quelle dei loro dipendenti”.