Passignano: un Parco per l’Oliveto

277

Passignano: un Parco per l’Oliveto. Inaugurati l’area giochi inclusivi e il campo da calcetto. Saranno gestiti dal Rione

Un Parco per il Rione Oliveto. E’ realtà a Passignano la nuova area verde alle porte del paese, comprensiva di un parco giochi per bambini e di un campetto polivalente, omologato per calcetto, pallavolo e tennis.

L’inaugurazione del Parco, che d’ora in poi sarà gestito appunto dal Rione Oliveto, è avvenuta domenica pomeriggio alla presenza tra gli altri di rappresentanti dell’attuale e della precedente Amministrazione comunale e della ditta che ha realizzato gli impianti.

Il progetto, fortemente voluto dalla precedente Amministrazione e concluso sotto l’attuale, è un’opera realizzata in “perequazione urbanistica”, così come previsto da apposita legge regionale. In questo caso una ditta privata, in cambio della cessione di cubature, si è occupata della realizzazione di un’opera di pubblica utilità, la cui gestione d’ora in poi sarà curata dall’associazione rionale.

Il Parco sorge a fianco della Chiesa della Madonna dell’Oliveto, consta di un’area giochi inclusivi per bambini e famiglie e di un campetto sportivo, con fondo in resina, dotato di illuminazione e reti da calcetto e da pallavolo.

E’ un’opera del valore di 250.000 euro che dota il quartiere di un’area verde accogliente e polifunzionale.

Dentro al progetto anche il rinnovo dei locali ad uso cucina del circolo del Rione che sono stati ampliati e resi più funzionali.

Ma la domenica dell’Oliveto è stata arricchita anche dalla bella esibizione della Scuola di musica del Trasimeno che, a causa del maltempo, ha scelto di sostituire la passeggiata musicale inizialmente prevista tra le vie di Passignano, con un concerto all’interno della Chiesa.