Non solo Venditti e De Gregori all’edizione 2023 di Musica per i Borghi

313

Il festival di musica etno-popolare, dal 20 al 30 luglio, è giunto alla 21ma edizione. Il sindaco Francesca Mele: “rappresenta una occasione unica di promozione turistica del territorio”

   

È il presidente del Consiglio comunale di Marsciano, Vincenzo Antognoni, ad annunciare che con l’edizione del 2023 il festival di Musica per i Borghi ritornerà anche nelle frazioni del territorio comunale, dopo due anni di limitazioni a causa del Covid.

“Si tratta di un risultato molto importante – spiega Antognoni – frutto della collaborazione tra l’associazione Musica per i Borghi, organizzatrice della manifestazione, e il Comune. L’ente conferma così il proprio convinto sostegno ad una iniziativa che ha proprio nella realizzazione di concerti in modo diffuso sul territorio uno dei suoi elementi distintivi e di successo. Ci faremo carico, nelle prossime settimane, di invitare e aiutare le associazioni dei borghi teatro degli spettacoli del Festival, a costruire, in occasione del concerto, un momento di festa per tutta la comunità locale e attrattivo per i turisti”.

La programmazione del Festival è al momento in fase di definizione. Le date sono dal 20 al 30 luglio e oltre Marsciano interesserà anche il territorio di Deruta. È invece confermata la presenza a Marsciano di Antonello Venditti e Francesco De Gregori per quello che sarà lo spettacolo clou della 21ma edizione del Festival. I due cantanti sono reduci dal grande successo di pubblico ottenuto nella tournée estiva all’aperto del 2022 cui è seguita quella nei teatri. La tappa umbra, a Marsciano, è in programma sabato 29 luglio presso l’Arena Checcarini.

“La proposta culturale di alta qualità che contraddistingue Musica per i Borghi – afferma il sindaco Francesca Mele – fa, di questa manifestazione, una occasione unica di promozione del territorio di Marsciano, delle sue bellezze storico-paesaggistiche e della tradizione enogastronomica. Finalmente si può tornare anche a proporre spettacoli nelle frazioni e questo deve essere per tutta la nostra comunità, per le aziende e gli operatori della ricezione uno stimolo a mostrare la bellezza e l’accoglienza dei nostri borghi. L’Ente è quindi fortemente impegnato – conclude Antognoni – per valorizzare e sostenere al meglio la capacità del Festival di collaborare con tutto il territorio per la riuscita degli eventi. Ne approfitto per portare il saluto di tutta l’amministrazione al nuovo presidente dell’associazione Musica per i Borghi, Francesco Narducci, e a tutto il direttivo appena rinnovato, al quale va l’augurio di buon lavoro”.