Mattarella e Steinmeier ringraziano i sindaci per l’impegno durante l’emergenza Covid-19

105

Mattarella e Steinmeier ringraziano i sindaci per l’impegno durante l’emergenza Covid-19. Tra questi anche il primo cittadino di Perugia, Andrea Romizi

 

In una lettera comune Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e Il Presidente Federale, Frank-Walter Steinmeier, hanno ringraziato piu di ottocento sindaci in Italia e Germania per il loro impegno e i gesti di solidarietà durante la crisi da coronavirus.

Tra questi anche il Sindaco Andrea Romizi e la città di Perugia, gemellata con 2 città tedesche: Tübingen e Potsdam.

“I gesti di solidarietà che si sono susseguiti da allora in una rete che conta piu di 400 gemellaggi tra città italiane e tedesche hanno rappresentato importanti segnali che hanno infuso coraggio e speranza nel corso di questa crisi”.

si legge nella lettera ufficiale.

“Che si sia trattato di videomessaggi, – continua la lettera – donazioni o anche semplicemente di scambi di informazioni sulla situazione locale e su come poter aiutare nel modo migliore: tutto questo ha dimostrato che italiani e tedeschi sono vicini gli uni agli altri, anche e in particolar modo in tempi difficili”.

In merito alle donazioni pervenute alla comunità perugina dalla Germania si vuole ricordare il contributo donato dal Circolo degli Amici Potsdam – Perugia che ha contribuito alla raccolta fondi per buoni spesa da destinare alle famiglie in difficoltà del capoluogo umbro, le donazioni di dispositivi di protezione individuale, portate personalmente dal dott. Hansjörg Künzel, fondatore insieme alla moglie, dell’associazione tedesca To Italy with Love che ha voluto incontrare l’amministrazione comunale e donare 18mila guanti professionali per il personale medico e infermieristico, 80mila mascherine di vario tipo, in parte consegnate al Comune, in parte all’ospedale di Perugia.

Per l’Assessore al Commercio con delega ai rapporti con le città gemellate, Clara Pastorelli

“la crisi da Coronavirus non ha scalfito il solido rapporto che da anni esiste tra Perugia e le città gemellate, Aix-en-Provence, Bratislava, Grand Rapids, Potsdam, Seattle e Tübingen. Anzi, l’emergenza sanitaria ha per certi versi intensificato la corrispondenza tra le amministrazioni e i relativi referenti, per un semplice saluto o per un confronto sulle nuove disposizioni in materia di contenimento della pandemia e sulla loro applicazione. Sono dei rapporti a cui l’Amministrazione tiene particolarmente e che fanno parte della storia del nostro Comune. Città con le quali negli anni si sono allargati i rapporti in ambito culturale, commerciale, sportivo e turistico e che sono rimaste dei riferimenti anche nel periodo dell’emergenza sanitaria. E’ chiaro tante iniziative sono state annullate, ma i contatti sono stati frequenti e l’amicizia è ancora ben salda”.

La lettera dei due Presidenti ai Sindaci termina con l’affermazione che “la collaborazione italo-tedesca è  centrale per un’Europa forte, solidale e orientata al futuro” ma anche con un augurio ai primi cittadini di avere “tanta forza, successo e ogni bene immaginabile per affrontare le enormi sfide che sono dinanzi a Voi.”