L’Associazione Francesco Guardabassi dona 20 PC al Comune di Peurgia

256
 

L’Associazione Francesco Guardabassi dona 20 PC al Comune di Peurgia. L’attrezzatura è destinata a bambini e bambine che vivono in situazioni di difficoltà

 

L’Associazione Francesco Guardabassi di Perugia, appartenente al Grande Oriente d’Italia,  ha donato questa mattina al Comune di Perugia 20 pc portatili da destinare, attraverso l’assessorato al Welfare del Comune, a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, che, per qualche sfortunata ragione, si trovano a vivere situazioni di difficoltà.

“Siamo consapevoli -si legge in una nota dell’associazione- del fatto che l’egregia opera che i servizi di Assistenza Sociale del Comune di Perugia svolgono in maniera costante, impegnativa e continuativa, in questo particolare momento viene ad assumere un’importanza ancor più rilevante e delicata poiché è volta anche a cercare di mantenere e favorire il più adeguato equilibrio nei rapporti umani e sociali tra gli assistiti e le famiglie, nonché con la società civile. Proprio per questo riteniamo che un contributo in questo specifico settore possa aiutare, da un lato, ad agevolare le funzioni sociali del comune, dall’altro a dare un sorriso ed un’opportunità a coloro che potranno usufruire di questi computer. Ci auguriamo, conclude la nota, che il nostro gesto possa costituire un piccolo tassello nella (ri)costruzione di un mondo migliore, principalmente nel rispetto del senso civico che tutti noi dobbiamo costantemente rispettare e praticare e soprattutto che possa contribuire positivamente al progresso ed al miglioramento dell’Umanità”.

Di fronte a questo gesto di generosità, l’amministrazione comunale ha voluto ringraziare l’associazione.

“La nostra città si sta mostrando generosa e solidale con chi ha più bisogno, in questo particolare periodo di emergenza – hanno detto congiuntamente il Sindaco Romizi e l’assessore Cicchi- e per l’amministrazione è di particolare conforto poter contare su tanta vicinanza concreta. Ciò ci permette di sostenere meglio i cittadini in difficoltà, che oggi sono ancora di più. I computer donati agevolano la relazione con i minori che in questi giorni sono forzatamente chiusi in casa, per un dialogo con gli operatori e con la scuola, specialmente in quelle famiglie dove gli strumenti a disposizione non sono sufficienti. Ringraziamo, dunque, l’associazione Francesco Guardabassi anche da parte di quei giovani che grazie a questi computer potranno restare connessi con i loro amici, i loro insegnanti e familiari, e così sentirsi meno soli”.