I Negrita spopolano al Doc Fest di Gubbio

667

20150807_215845C’hanno pensato il caldo e la grinta dei Negrita a scaldare gli animi degli spettatori presenti ieri, venerdì 7 agosto, in piazza Grande a Gubbio. La rock band toscana, grande protagonista della manifestazione Doc Fest, organizzata nella città dei Ceri, ha tenuto un concerto di quasi due ore che ha mandato in delirio la tanta gente accorsa. In una cornice maestosa, con il palazzo dei Consoli a farla da padrona, Paolo Bruni,20150807_230407 in arte Pau, voce solista della truppa, assieme agli storici Enrico Salvi (bassista) e Cesare “Mac” Petricich (chitarra) hanno iniziato con brani tratti dal loro ultimo album “9” per poi passare a grandi pezzi di repertorio come “in ogni atomo”, “Rotolando verso sud” e “Bambole”. Strappa lacrime il momento dedicato a “Ho imparato a sognare”, colonna sonora del film di Aldo, Giovanni e Giacomo, “Tre uomini e una gamba”, idilliaci quelli in cui la band aretina ha riprodotto “Radio Conga”, “A modo mio” e “Mama Maè”, canzoni che hanno fatto saltare e ballare l’incandescente pubblico presente. Con l’età che avanza e con oltre 24 anni di storia alle spalle i Negrita sanno ancora tenere il palco come pochi altri in Italia e con loro il divertimento è sempre assicurato nemmeno fosse una “Gioia infinita”.

Ricci Federico