Giornata mondiale dell’Alzheimer, a Città della Domenica un ‘pomeriggio festoso’ per gli anziani

419

Iniziativa a conclusione del progetto 2023 ‘Il dono di Mariella Spagnoli. Città della Domenica: un parco che cura’ – Giovedì 21 alle 15.30 Santa messa presieduta da S.E. monsignor Ivan Maffeis, poi musica e balli

   

Evento ‘speciale’ a Città della domenica giovedì 21 settembre, in occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer: l’associazione Malati Alzheimer e Telefono Alzheimer (Amata) Umbria organizza un pomeriggio festoso per anziani, loro familiari ed operatori di strutture residenziali, centri diurni, case di quartiere e domicilio, a conclusione del progetto 2023 ‘Il dono di Mariella Spagnoli. Città della Domenica: un parco che cura’, che ha visto il parco perugino, appunto, quale luogo prescelto per le attività di stimolazione cognitiva e sociale portate avanti dall’associazione durante il periodo estivo e rivolte a persone anziane con disturbi cognitivi di grado lieve.

Parteciperanno Edi Cicchi, assessore alle Politiche sociali del Comune di Perugia, Annalisa Longo, presidente dell’associazione Amata Umbria, Maddalena Furbetta e Alessandro Guidi, la prima amministratore unico e il secondo direttore di Città della Domenica. Il pomeriggio si aprirà con la Santa Messa presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Ivan Maffeis, Arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, alle 15.30, animata dai canti degli anziani guidati da Paolo Annichini, Maurizio e Michela Vignaroli ed il coro del centro socioculturale di Ponte Felcino, che animeranno anche la ‘merenda in musica’ che seguirà.

“Città della Domenica – ha spiegato Guidi – sarà comunque aperta a tutti coloro che vorranno unirsi alla festa, nel segno dello spirito inclusivo che ci contraddistingue e che ci ha spinti a sostenere questo progetto. Un progetto nato dalla volontà di mia nonna, Mariella Spagnoli, la quale poco tempo prima di morire all’età di 93 anni, interrogandosi su dove e come passassero il tempo le persone anziane, decise di mettere a disposizione il potenziale enorme di questo parco storico della città, che ha accolto gli anziani, dunque, e diverse figure specializzate tra psicoterapeuti, geriatri, psicologi, musicoterapisti, art-counselor ed educatori per interventi psicosociali”.

“È un evento – ha aggiunto l’assessore Cicchi – quello del 21 settembre, che si ripete da molti anni, al quale tengo in maniera particolare poiché il lavoro fatto da medici e volontari rappresenta un tassello importante nel sostenere le persone malate di Alzheimer e i loro familiari, offrendo spazi di riabilitazione e socializzazione necessari per una buona qualità di vita. In particolare, le iniziative organizzate presso Città della Domenica dimostrano quanto siano importanti le reti che si creano tra le associazioni e i soggetti che offrono particolari attività, di grande rilievo nel nostro territorio. Per tale ragione, ringrazio dell’attenzione che Città della Domenica, attraverso il suo direttore, sta sviluppando nei confronti degli anziani”.