Fratta Todina: insediato il nuovo consiglio comunale dei ragazzi

1020
 

Fascia tricolore al petto con i simboli dei due comuni, Fratta Todina e Montecastello di Vibio, e la piccola sindaco-ragazza Viola Picchiaci (12 anni) comincia il suo mandato. Oggi in un clima di allegria consapevolezza, nella scuola media Cocchi Aosta sede di Fratta Todina, si è insediato il nuovo consiglio comunale dei ragazzi. La scuola Cocchi è intercomunale e accoglie i ragazzi dei comuni  Fratta Todina e Montecastello di Vibio. Sono stati proprio i due amministratori Giuliana Bicchieraro e Daniela Brugnossi, insieme al Dirigente scolastico Giovanni Pace, a promuovere il rinnovo del consiglio comunale dei ragazzi. L’insegnante Maria Civita Ingrosso ha spiegato l’impegno profuso dai ragazzi in questo progetto ricordando che i fondi lasciati dal precedente consiglio (circa 800 euro) saranno utilizzati per acquisto di attrezzature per spazi riservati ai giovani. Il consiglio sarà composto da: Pezzana Andrea, Menchinelli Tommaso Carboni Giacomo, Tentellini Francesco e Sforna Michele. Il neo sindaco Viola Picchiacci ha esposto le linee guida del suo mandato che durerà 3 anni: “come prima cosa – ha detto il piccolo sindaco – proponiamo di sistemare e mettere in sicurezza il campo da calcio, migliorare gli spazi verdi, creare un orto scolastico e chiedere un punto di ritrovo nel palazzo del comune per incontrarci.

“Teniamo molto a questa iniziativa – hanno affermato i due sindaci – perché  siamo convinte che sia importante sviluppare nei ragazzi quel senso civico che aiuta a capire e rispettare le istituzioni pubbliche da sempre al servizio della comunità. Noi abbiamo letto il programma del nuovo sindaco e siamo pronti a collaborare. Questa è una scuola all’avanguardia sicura e molto bella. Aumentano le iscrizioni questo vuol dire che le famiglie ci riconoscono il buon lavoro fatto. Questa è la scuola dei due comuni Montecastello e Fratta e lavoriamo senza campanilismo e divisioni. Pur essendo le nostre piccole realtà, siamo in grado di dare il meglio utilizzando bene le risorse”.

A chiudere è  stato il dirigente scolastico: “deve passare il messaggio che serve impegno per far crescere il proprio territorio. Mi è  sempre rimasta in mente una frase “le radici profonde non gelano”. Serve costruire e non solo formulare critiche sterili su tutto. Voi siete il vostro futuro”. Infine da tutti è arrivato un ringraziamento al personale Ata e alle preziose collaboratrici scolastiche.