Eurochocolate fa centro e dà appuntamento al 2024!

282
   

La formula E=mc² reinterpretata in Eurochocolate=molto cioccolato
ha colto nel segno conquistando i golosi di tutte le età.

Bilancio positivo per la 29esima edizione di Eurochocolate appena conclusa. Il Festival Internazionale del Cioccolato ha fatto centro anche quest’anno, consolidando la popolarità di un appuntamento che ogni volta riesce a stupire e a conquistare il suo goloso pubblico.

Nel corso dell’evento – dichiara Eugenio Guarducci, Presidente di Eurochocolate – abbiamo registrato un afflusso importante che si è concentrato, come di consueto, nei due week end, popolando in maniera considerevole anche i comprensori turistici di Perugia e Assisi. Le temperature elevate del primo fine settimana – che hanno prolungato perfino un competitivo turismo balneare – e l’allerta meteo delle regioni limitrofe, diramate per le due giornate conclusive di Eurochocolate, hanno di fatto influenzato la partecipazione del pubblico che alla fine si attesta sulle stesse numeriche del 2022 (73.000 presenze), con un discreto incremento nei giorni infrasettimanali (+7%) favorito da una politica tariffaria più contenuta. La spesa pro capite ha invece registrato un’interessante evoluzione passando da 19,80 a 21,80 euro“.

Rimanendo sui numeri, sono stati ben 200 gli appuntamenti che si sono susseguiti sui due palchi della Chocolate Experience, per un totale di circa 13mila partecipanti, mentre si è attestata su 1,2 tonnellate la quantità di cioccolato complessivamente omaggiata ai visitatori.

Protagonisti della kermesse sono stati anche quest’anno Regione UmbriaComune di Perugia, Comune di Bastia Umbra e Sviluppumbria a cui si sono uniti AssoGAL e i Comuni di Gualdo Tadino e Giano dell’Umbria. In prima linea anche importanti sponsor del mondo del cioccolato e non solo che hanno contribuito ancora una volta alla realizzazione del dolce evento.

Apprezzatissimo, all’interno del Padiglione 7, il  percorso Tree to Bar alla scoperta della suggestiva Playa de Oro in Ecuador dove una tenace comunità di produttori coltiva il pregiato cacao fino y de aroma. L’iniziativa eco-solidale è frutto della collaborazione con l’agronomo e cooperante Pierre Molinari che dal 2016, anno di apertura della sua fabbrica di cioccolato a Mindo, si impegna con dedizione per migliorare le precarie condizioni di vita dei campesinos, ora riuniti nella Asociación de Protección y Rescate de Cacao Fino de Aroma (ASO.P.Y.R.C.F.A.). Eurochocolate continuerà a supportare il progetto con uno stanziamento di 90.000 euro per il triennio 2024-2026.

Successo anche per le mini sessioni Be Experience che, presso la popolarissima Fabbrica del Cioccolato firmata FBM e magistralmente condotta dai cioccolatieri di Be Well, hanno permesso ai visitatori di cimentarsi nella lavorazione dell’amatissimo cioccolato, affiancati da esperti pronti a svelare i segreti che – dalla fava di cacao alla tavoletta – rendono il Cibo degli Dèi così irresistibile.

Sempre affollatissime le ormai celebri Sculture di Cioccolato – uno degli appuntamenti più amati dal pubblico di Eurochocolate – che, durante i due Sabati e le due Domeniche, ha visto i quattro maxi blocchi di cioccolato Icam da 11 quintali l’uno, prendere forma grazie alla maestria di abilissimi scultori.

Il dolce racconto è proseguito con un alto tasso di gradimento presso i due esclusivi palchi a tema. Il primo dedicato ai Cooking Show, con protagonisti rinomati chef, pasticceri, cioccolatieri ed esperti: tra questi gli Special Guest Frau ed Ernst Knam, i vincitori di MasterChef Italia 10 e 12 Francesco Aquila ed Edoardo Franco, fino al live show di Luca Montersino. Tutti sold out.

Ad arricchire il fitto calendario di golosi appuntamenti anche la presenza dei 6 Maestri APEI-Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza ItalianaEugenio Morrone, Francesco Elmi, Salvatore Varriale, Denis Buosi, Paolo Staccoli Francesco Mastroianni.

E ancora: grazie al Progetto firmato dalla Regione Umbria – Autorità di Gestione del Complemento di Sviluppo Rurale, lo chef Ivan Alunni Pasquali ha portato sul palco del Cooking Show curiose ricette in cui la golosità del cioccolato ha incontrato i prodotti agroalimentari tipici dell’Umbria; gli appuntamenti con Grappa & Cioccolato a cura di ANAG per imperdibili abbinamenti tra la dolcezza del cioccolato Vanini e il gusto deciso di grappe e distillati; le degustazioni firmate Lindt Maître Chocolatier che hanno consentito di assaporare sia le ultime novità che le alte percentuali di Cacao Lindt Excellence; gli approfondimenti su Il Cioccolato: storia, caratteristiche e abbinamenti e Il codice sensoriale del Cioccolato, firmati Istituto Internazionale Chocolier, a cura di Rossana Bettini e Gian Paolo BrasceschiI segreti per una confettatura perfetta per scoprire come nasce un confetto Papa; la presentazione del libro “Annamo bene” insieme al co-autore Renato Trabalza, seguita dalla preparazione live della coda alla vaccinara della Sora Lella. Apprezzatissimi anche Il Cioccolato dell’azienda molisana Dolceamaro: tra tradizione e innovazione e la Tropical Chocolate Experience firmata dal Vegan Master Pastry Chef Emanuele di Biase che ha realizzato una selezione di coloratissimi cioccolatini vegani abbinando l’aspro di alcuni frutti con la dolcezza del cioccolato.

Seguitissime – tra le novità di quest’anno – le iniziative e le degustazioni curate da Cacao of Excellence, l’organizzazione internazionale di ricerca per lo sviluppo guidata dall’Alleanza tra Bioversity International e il Centro Internazionale per l’Agricoltura Tropicale (CIAT). In particolare, nella prima giornata di Eurochocolate, è stata presentata – in collaborazione con la Camera di Commercio dell’Umbria – la prestigiosa guida “Cacao Quality and Flavour”.

In continua crescita, la dimensione internazionale del Festival anche grazie ai partecipatissimi Choco Trip, i numerosi appuntamenti proposti in collaborazione con il network Cacao Solution: imperdibili occasioni di approfondimento con masterclass e degustazioni guidate che hanno dato la giusta visibilità ai lontani Paesi produttori di Cacao. Tra queste l’incontro/dibattito con Michele Nardella, Direttore della divisione Economica e Statistica della ICCO-International Cocoa Organization e l’appuntamento Cacao e Rum: motori dello sviluppo dell’AgriTurismo in Venezuela, degustazione guidata di cioccolato e rum a cura dell’Ambasciata della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

La Regione Umbria – Autorità di Gestione del Complemento di Sviluppo Rurale si è confermata protagonista con diverse iniziative oggetto di attenzione da parte dei numerosi visitatori: l’area istituzionale al Padiglione 7 con lo spazio dedicato al progetto Angolo di Campo e all’esposizione delle 60 foto vincitrici; il circuito della ristorazione tipica GUSTUM – Gusto, Unicità, Storia e Tradizioni Umbre presente a Eurochocolate per la promozione del “buon vivere” umbro, con le sue 45 imprese locali tra ristoranti tipici, aziende agricole con agriturismo, piccoli produttori artigiani e punti vendita con degustazione, che hanno aderito al disciplinare di Gustum e che si caratterizzano per l’eticità e la sostenibilità dell’attività imprenditoriale, la sicurezza alimentare e un servizio di accoglienza professionale e curato. GUSTUM è promosso da GAL Alta UmbriaGAL Media Valle del TevereGAL Trasimeno-OrvietanoGAL Valle Umbra SibilliniConfcommercio UmbriaCIA Umbria con la collaborazione di Euromedia. Il Cuore Verde d’Italia è stato inoltre presente con lo spazio istituzionale firmato Le Città dell’Olio, il progetto di valorizzazione e promozione delle aziende agricole locali a cura dei Comuni di Gualdo Cattaneo e Giano dell’Umbria presentato sul palco della Chocolate Experience. Sotto i riflettori anche l’iniziativa della Regione Umbria firmata Umbria Tourism che ha trasformato otto maxi cubotti di cioccolato in altrettanti esclusivi set fotografici con riprodotti alcuni dei più suggestivi scenari del territorio. Presente anche Sviluppumbria con un nuovo spazio REMIX dedicato alla promozione degli otto bandi della Manovra Remix per supportare le aziende della regione nei loro progetti di ricerca, export e investimenti produttivi.

Tra i territori protagonisti anche Avellino – presente con le sue nocciole – in attesa della special edition di Eurochocolate in programma proprio nel capoluogo irpino dal 9 al 14 Febbraio prossimi, in occasione del San Valentino che ad Avellino coincide con la festa del patrono San Modestino.

In scena anche la filiera della Nocciola Umbra della ProAgri con l’appuntamento La filiera della Nocciola Umbra: agricoltura, cibo, mercati e sostenibilità.

Partecipatissime anche le golose attività a tema che si sono susseguite sul palco dei Choco Lab dedicato a chi ha scelto di mettere le mani in pasta e apprendere i più golosi trucchi del mestiere, ma anche assistere a incontri e presentazioni rigorosamente a tema. In particolare, sono state molto apprezzate le degustazioni Più o meno buono: da cosa dipende? guidate da Roberto Caraceni, Chocolate Taster inventore del Piatto da degustazione del cioccolato; gli appuntamenti firmati Choco Trip by Gelato Contemporaneo con la partecipazione, nei due weekend, degli Special Guest Luca Bernardini e Maria Fernanda Di GacobbeRosario D’Angelo ed Elisa ChillemiGianfranco Cutelli e Manlio Larotonda, Loretta Fanella e Armando Canelon; le degustazioni di Vino & Cioccolato curate da Assosommelier con protagonista il cioccolato Vanini. E ancora, gli appuntamenti firmati voglioCioccolato e quelli in compagnia di Matù Cioccolato, con un focus sul sempre più apprezzato raw chocolate, ottenuto da fave di cacao non tostate. Infine, Il maritozzo salato… al cacao dello Chef Luca Antonacci.

Presi d’assalto gli spazi dedicati alle grandi firme che da anni accompagnano Eurochocolate nel suo goloso viaggio, pronte a deliziare il pubblico con i loro iconici prodotti: Perugina presente sia con gli immancabili Baci©, tra i quali i nuovi gusti Caffè Avvolgente e Amaretto, che con i golosi snack KitKat; Lindt protagonista con le nuove tavolette Lindt Excellence, frutto dell’incontro tra finissimo cioccolato fondente Lindt e croccanti ingredienti, e con la nuovissima gamma Lindt Choco Wafer, una combinazione da sogno tra cioccolato e wafer; Icam con la nuova linea di tavolette Vanini Tasting Experience, studiate per stupire e appagare con una nuova esperienza di gusto, dove i quattro colori del cioccolato (bianco, al caramello, al latte e fondente) si sposano con ingredienti dalle vibranti consistenze.

Ha destato interesse anche l’area Cocoa Route, novità di quest’anno dedicata alla scoperta delle suggestive Rotte del Cacao. In collaborazione con Agenzie di Viaggi e Tour Operator nazionali e internazionali specializzati in turismo sostenibile, l’iniziativa ha promosso itinerari esperienziali nei Paesi produttori di cacao con un focus sulle migliori offerte turistiche orientate alla tutela della biodiversità e in grado di raccontare in maniera esclusiva i territori legati al mondo del cacao e del cioccolato.

Il goloso pubblico ha ritrovato a Eurochocolate anche lo Stato messicano di Tabasco, ospite d’onore della precedente edizione, tornato per promuovere il 12esimo Festival del Chocolate che si svolgerà il prossimo novembre. La collaborazione con l’importante Paese produttore di Cacao si è consolidata anche attraverso l’inserimento nello staff Eurochocolate di 5 tirocinanti messicani. Protagonisti in evento anche i Paesi Bassi con l’evento Chocoa che si tiene ogni anno ad Amsterdam.

Come da copione,  è stato  letteralmente preso d’assalto il Chocolate Show, il padiglione destinato alla vasta proposta di prodotti in vendita, per un totale di 153 aziende e circa 5.000 referenze, a partire dalla nuova creazione firmata Costruttori di Dolcezze, Rompere in caso di astinenza: l’originale tavoletta composta da una romantica composizione di cuori in cioccolato e abbinata a un simpatico martelletto da sfoderare all’occorrenza per compensare repentine carenze d’affetto.

Tanti i visitatori anche per la dolcissima e imponente Italia del Cioccolato lunga oltre 13 metri, dedicata alle principali eccellenze del cioccolato Made in Italy, con un’area riservata al distretto piemontese – patria del celebre Gianduiotto – e uno spazio che ha visto protagonista il Cioccolato di Modica.

Il viaggio nelle lontane Terre del Cacao è proseguito con successo nell’area Eurochocolate World interamente rinnovata e che, in collaborazione con il network Cacao Solution, ha visto la presenza di oltre 25 produttori di cioccolato provenienti dai principali paesi di origine del cacao: Definite (Repubblica Dominicana), Quma e Kuyay (Perù), Manoa (Hawai), Disidente e Color Cacao (Colombia), Belu Cacao (El Salvador), Momotombo (Nicaragua), Baiani (Brasile), Cacao De Origen, Villa Canoabo e Aroko (Venezuela), Kuna e Kacau (Ecuador), Pure Chocolate (Jamaica), Grenada Chocolate Company (Grenada), Menakao (Madagascar), Chocotogo (Togo), ChocoPlus (Costa d’Avorio), Latitude (Uganda), Kumasi (Ghana), Auro e Theo & Philo (Filippine), Siamaya (Thailandia), Krakakoa (Indonesia), Robert/Mava (Madagascar).

A Eurochocolate è stato possibile conoscere e acquistare anche i prodotti Equochocolate by Costruttori di Dolcezze, già frutto della cooperazione con l’azienda ecuadoriana Yumbos Chocolate e, da quest’anno, anche con KakaoMundo, nuova realtà nata in Gabon per la creazione di una piattaforma – di cui Eurochocolate è partner – in grado di tracciare la qualità e la trasparenza dei processi di trasformazione del cacao per assicurare ai piccoli produttori una migliore visibilità e una più equa remunerazione. La collaborazione con KakaoMundo si è concretizzata nelle nuove tavolette di cioccolato Bantoo che hanno fatto in loro ingresso nella linea Equochocolate e con le quali Eurochocolate prosegue nel suo percorso per la sostenibilità sociale ed economica.

Inoltre, grazie ad AP Distribuzione Premieres, è stato possibile scegliere tra una raffinata selezione di prodotti di cioccolato provenienti dai principali paesi europei mentre, dopo il successo dello scorso anno, è tornato a sorprendere anche lo stand a luci rosse Fallo! L’esclusiva area simpaticamente riservata a un pubblico adulto.

Grande interesse anche per lo spazio MercaVino, l’area dove è stato possibile conoscere, degustare e acquistare una selezione delle migliori proposte enologiche regionali, grazie alla partecipazione di ben 18 aziende vitivinicole: dai Colli Perugini Goretti e Chiorri; dai Colli Martani Baldassarri e Vetunna – Viticoltori Umbri dal 1960; dai Colli Altotiberini Blasi e Donini; da Montefalco Vini Di Filippo, Le Cimate, Perticaia e Tenute Baldo;  dal Trasimeno Duca della Corgna e Pucciarella; dall’assisano Saio e Tili Vini; da Todi Roccafiore Organic Wines e Cantina Todini; dall’Amerino Cantina Giovannini. Una selezioni di vini dolci e passiti di queste aziende è stata inoltre protagonista, in abbinamento al Cibo degli Dèi, di due imperdibili degustazioni guidate. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Umbria Top Soc. Coop e resa possibile anche grazie al PSR Umbria misura 3.2.

Anche l’Associazione Italiana Persone Down sezione di Perugia ha partecipato attivamente a Eurochocolate per promuovere la tavoletta di cioccolato TOP+, nei tre gusti fondente, al latte o bianco. Acquistando TOP+ il pubblico ha così potuto contribuire allo sviluppo dei progetti di inclusione sociale delle persone con sindrome di Down portati avanti dall’Associazione.

Successo anche per il divertimento e le suggestioni offerte dal Padiglione Funny Chococolate – interamente rinnovato grazie alla creativa presenza di Costruttori di Dolcezze – dove ha trovato spazio Albert Einstein con lo show dal titolo Albert e il mistero del cioccolato quantistico: esperimenti, laboratori e giochi basati su enigmi a tema che, ispirandosi al format dell’escape room, hanno approfondito caratteristiche e curiosità del goloso Cibo degli Dèi coinvolgendo grandi e piccini. Gli appuntamenti quotidiani sono stati realizzati in collaborazione con Accademia Creativa e Cronos.

Il pubblico di Eurochocolate ha inoltre avuto modo di liberare la propria creatività con i tanti divertenti laboratori manipolativi adatti a tutte le età: Attacca Bottone, nella grande merceria a tema dove sono stati realizzati tanti dolcissimi bottoni di cioccolato; Mustachoc con i suoi golosi baffi di cioccolato da portare a casa; MontMaître per divertirsi a dipingere con il cioccolato nei suoi vari colori e sfumature, insieme a componenti e colori naturali; Choco in Casa dove la scatola di cioccolatini si è trasformata in una golosa casetta da realizzare, decorare e riempire di golose prelibatezze.

Gettonatissima anche l’originale sosta a base di ChocoPizza con la possibilità di sceglierne sia la base in cioccolato che gli ingredienti più sfiziosi. È stata invece affidata con successo allo Chef Giuliano Viaggi la preparazione della popolarissima Pasta al Cacao, cucinata in evento per imperdibili degustazioni pronte a deliziare anche i chocolover più esigenti.

Partecipatissime, le numerose opportunità formative e laboratoriali riservate alle scuole, con un’offerta ludico-didattica appositamente pensata per i giovani golosi, che ha spaziato dal Choco Lab al Tree to Bar fino alla coinvolgente scoperta del padiglione Funny Chocolate.

All’insegna della sostenibilità, si è ulteriormente consolidata la collaborazione con zeroCO2 grazie alla quale ogni utente che ha piantato un albero di cacao con il codice Eurochocolate sul sito zeroco2.eco ha beneficiato di uno sconto del 65%. Parallelamente, Eurochocolate si è impegnata a piantare altrettanti alberi di cedro, specie forestale detta anche shade tree, sotto la cui ombra le piante di cacao trovano il loro habitat ideale.

Prosegue, anche dopo l’evento, la collaborazione tra Eurochocolate e il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Sassari, che ha scelto il Festival Internazionale del Cioccolato per presentare due progetti di ricerca sulla sostenibilità della produzione di cacao in Ghana. Al centro dell’accordo l’importanza della ricerca per migliorare la sostenibilità nella filiera del cacao-cioccolato, con particolare riguardo al ruolo cruciale del reimpiego dei residui agricoli per il recupero della fertilità dei suoli nell’ottica di un’economia circolare. La partecipazione all’evento ha consentito ai ricercatori di raggiungere un ampio pubblico di stakeholder, tra produttori e consumatori di cioccolato, che hanno potuto così contribuire attivamente alla realizzazione  dell’analisi di mercato su “preferenze e percezione dei consumatori verso diversi attributi di scelta del cacao”. L’indagine è svolta dal Dipartimento di Agraria dell’Università degli studi di Sassari in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino nell’ambito del progetto “Impiego di tecnologie ecosostenibili per il riutilizzo dei residui organici nella filiera agricola” (TERRA) finanziato dalla Regione Sardegna. Il questionario è ancora compilabile al seguente link: https://forms.gle/hGk8pib93BdDrzjM6 .

Successo anche per la dolce parentesi nel centro storico di Perugia che, oltre ai tre flagship store di Eurochocolate presenti in Piazza IV Novembre e in Via Oberdan 11, ha proposto uno spazio in Piazza della Repubblica dedicato alle produzioni artigianali, con il golosissimo focus Chi la fa la Spezza che, grazie a Be Well, L’Artigiano Perugino e ToCiok ha valorizzato la produzione delle ormai celebri e variegate lastre di cioccolato.

Eurochocolate 2023 è stato realizzato con il patrocinio di Regione UmbriaProvincia di PerugiaComune di PerugiaComune di Bastia Umbra e Camera di Commercio dell’Umbria.

Hyundai Toy Motor ha fornito le Official Car dell’evento, in occasione del lancio della nuova Kona che, con la sua gamma ibrida ed elettrica, coniuga perfettamente il concetto di sostenibilità energetica promossa dal Festival.

Anche per questa speciale edizione, Trenitalia è stato Official Carrier di Eurochocolate con sconti e promo dedicate a tutti coloro che hanno scelto il treno per raggiungere la dolce meta.

Radio Subasio è stata la radio ufficiale del Festival più goloso.

Si ringraziano i partner che hanno collaborato alla realizzazione di questa imperdibile 29esima edizione: AssoserviziPlenitude, UmbraFlor, Grifo Latte, Valmar, B Group, Acqua Nocera Umbra, Giuliano Tartufi, ODStore, FoodNess, Umbria Ufficio, Domiziani, Buini Legnami, Movimac, MedioEvo.