Elezioni regionali 2015: spazio al “Marini bis”

474

La coalizione di centrosinistra si conferma alla guida della Regione Umbria. Catiuscia Marini vince con il 43 per cento, Ricci al 39. Pd al 35,8 per cento, Lega al 15, 2 e M5s al 15,4.. Quattro punti percentuali, decimale più decimale meno, dividono Catiuscia Marini, ricandidata dal centrosinistra alla guida dell’Umbria, dal suo avversario della coalizione di centrodestra, il sindaco di Assisi, Claudio Ricci.

Stando ai dati elettorali emersi con il 91 per cento di sezioni scrutinate la nuova Assemblea legislativa dell’Umbria
risulterebbe così composta

Centrosinistra – Catiuscia Marini presidente: Partito democratico 10 consiglieri, Socialisti riformisti  1,
Umbria più ugiuale 1;

Centrodestra – Claudio Ricci presidente: Ricci in
qualità di candidato presidente miglior perdente, Lega nord 2 consiglieri,
Lista Ricci presidente 1, Fratelli d’Italia 1, Forza Italia 1;

Movimento 5 stelle 2 consiglieri

La neo-rieletta presidente umbra ha subito affondato l’analisi sull’esito del voto: “Avrò un’opposizione meno moderata che in passato, visti i risultati consistenti della Lega, che qui è il primo partito del centrodestra, con Forza Italia sotto il dieci per cento, e dei Cinquestelle”, ha osservato Marini, “carica di ulteriore responsabilità” per aver ricevuto quella che – a detta della stessa presidente – è stata una riconferma che già alla vigilia del voto si poteva prevedere sofferta, visto che in Umbria il fronte opposto si presentava unito. (fonte: Ansa.it)