E’ nata ufficialmente l’associazione “Perugia 1416”

1410
   

Nel pomeriggio di lunedì 7 marzo, presso la sala dei Sindaci di Palazzo dei Priori, è nata ufficialmente l’Associazione Perugia 1416. Di fronte al Notaio Filippo Brufani, i 20 soci fondatori hanno sottoscritto l’atto costitutivo ed approvato, nel contempo, lo statuto. I fondatori sono; Comune di Perugia, Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri di Perugia, l’Accademia di Belle Arti, l’Università dei Sapori, l’Aics, Associazione italiana cultura sport, l’Associazione Ipso Gallery, l’Associazione Radici di Pietra, l’Associazione Priori, l’Associazione Porta Eburnea, ed i soggetti privati Franco Nucciarelli, David Orsini, Fabrizio Mosci, Michele Antonioni, Francesco Forlin, Giovanni Pedercini, Antonio Chimisso, Leonardo Cenci, Marco Nicoletti e Giancarlo Barboni. Sono parte integrante del gruppo dei fondatori anche il Consorzio Perugia in Centro ed il Conservatorio, oggi assenti in attesa del perfezionamento delle rispettive procedure. Contestualmente alla sottoscrizione degli atti, nel corso della seduta di oggi i membri dell’assemblea hanno nominato i cinque componenti del consiglio direttivo dell’Associazione: si tratta del Comune di Perugia, rappresentato dall’assessore Teresa Severini per delega del Sindaco, cui è stata attribuita la Presidenza, del consigliere e Prof. Franco Nucciarelli, nominato vice Presidente, di David Orsini (segretario), Francesco Forlin (tesoriere) e del Prof. Tosti, delegato dal Rettore Moriconi, in rappresentanza dell’Università degli studi di Perugia. Ed ancora sono stati eletti i tre membri del Collegio dei Probiviri; si tratta di Mario Orsini rappresentante dell’Associazione Ipso Gallery, nominato quale presidente, di Antonio Chimisso e di Michele Antonioni. Nel corso della prossima riunione l’associazione provvederà alla nomina anche dei Revisori dei Conti. A chiusura delle formalità di rito, l’assessore Severini, anche nella sua qualità di neo-presidente dell’associazione, ha voluto ringraziare tutti i presenti per aver condiviso questo progetto, nonché tutti coloro che, con grande impegno e dedizione, hanno reso possibile questo primo risultato. Intanto Perugia 1416 non si ferma qui, come confermano le innumerevoli iniziative che giorno dopo stanno animando l’attività culturale della città.

“Si stanno già costituendo spontaneamente i comitati dei cinque rioni – ha sottolineato l’assessore Severini –a conferma che il primo scopo del progetto “Perugia 1416” è stato ampiamente recepito: l’unione tra le aree che compongono il tessuto cittadino e la condivisione di un grande entusiasmo in quella comunità di intenti che in passato si era in parte perduta. Credo fermamente che i valori che stanno alla base di questo progetto, siano valori condivisi sia da tutti coloro che siedono intorno a questo tavolo sia, soprattutto, dai nostri concittadini. Perché Perugia 1416 vuole essere proprio questo: identità, condivisione, partecipazione di giovani ed anziani al rilancio di un’intera città”.