Darsena Live Music: in scena il gran finale di stagione

462

Un gran finale per la Darsena Live Music. Il locale di Castiglione del Lago mette così, con tre suggestivi concerti conclusivi, una bella ciliegina su una torta davvero gustosa, quella della sua stagione musicale. Un cartellone che da aprile ha visto esibirsi in riva al Trasimeno le band e gli artisti più significativi della scena indipendente italiana e non solo. Sarà la band umbra dei My Dirty Face, sabato 17 ottobre, ad aprire le danze ad ingresso libero. E poi sabato 24 ottobre toccherà a Iosonouncane mentre sabato 31 ottobre agli A Toys Orchestra. Si inizia quindi sabato 17 ottobre con i My Dirty Face (apertura affidata ai Balefullies) che tornano ad esibirsi live ad un anno di distanza dall’ultimo concerto, tenuto proprio alla Darsena. Ricomincia dunque da qui la storia della band dopo un periodo di sospensione e un cambio all’interno della formazione. La band si forma nel 2012 ed in pochissimo tempo i musicisti creano ed arrangiano i primi brani originali, plasmando fin da subito le linee caratteristiche del loro sound. Il loro sound è fortemente ispirato alla scena musicale triphop della Bristol anni ’90, “ma in MyDirtyFace c’è molto altro – spiega la voce Sara Belia – un pizzico di Portishead e Massive Attack, un po’ di Thom Yorke e di colonne sonore alla 007, Pink Floyd e Battiato, Tim Burton e Wes Anderson, Agota Kristof e Dylan Dog, Goia e Walt Disney, qualche suonino da videogames, qualche rotella Haribo, diversi litri di birra… sta qui, in mezzo a questo miscuglio, il nostro modo di essere originali”. La formazione è composta da Sara Belia (voce), Lorenzo Sementilli (chitarra), Carlo Bianconi (basso), Alessandro Massinelli (batteria) e il nuovo arrivato Federico Ortica (synths & samples) che ha preso il posto di Marco Benedetti. Sabato 24 ottobre sarà il turno di Iosonouncane, originalissimo esponente di una forma contaminata di cantautorato, totalmente personale e poco ascrivibile ai modelli più diffusi; il musicista sardo Jacopo Incani è capace di unire, in un riuscito connubio, psichedelia, canto a tenore sardo, minimalismo, techno, elettronica lo-fi, progressive, canzone d’autore. Iosonouncane arriverà alla Darsena con il tour di presentazione del suo nuovo lavoro “Die”, molto apprezzato dalla critica; il lavoro, uscito lo scorso marzo per l’etichetta Trovarobato e a cinque anni di distanza dal precedente e straordinario esordio “La Macarena su Roma”, nasce dalle decine di concerti in giro per l’Italia, da molte collaborazioni e dall’esigenza di trovare un nuovo percorso creativo. Il risultato è un disco che conserva l’attenzione ai testi, segnati da uno sguardo acuto e disincantato sulla realtà contemporanea, dando rilievo alla tessitura musicale dei 38 minuti di questa suite strutturata in un flusso continuo. Un disco esistenzialista e anarchico, profondamente arcaico e, per questo, radicalmente moderno. Per la festa di chiusura, sabato 31 ottobre, ci saranno A Toys Orchestra, una delle band oggi più acclamate ed amate dal pubblico. Alla fine del 2014 gli A Toys Orchestra sono tornati con un album nuovo di zecca, una veste completamente rinnovata e nuovi compagni di viaggio quali il polistrumentista Julian Barrett che oltre ad aver suonato piano e synth nel disco si è unito alla line up dei Toys per il tour. Una line up che è completata con Enzo Moretto, Ilaria D’Angelis, Raffaele Benevento e Andrea Perillo. “Butterfly Effect” è stato prodotto al Vox-Ton Studio di Berlino da Jeremy Glover (Liars, Devastations, Crystal Castle e IAMX) che da dietro al mixer ha saputo cogliere la giusta direzione che il rinnovato sound richiedeva ed è l’album con cui i Toys proseguono la loro importante storia.Una band che ha deciso di confrontarsi nuovamente con il mercato europeo in virtù della propria vocazione squisitamente internazionale e che ha fatto tanta strada mantenendo vivo il desiderio di proseguire un cammino all’insegna della scoperta, privilegiando il valore del percorso piuttosto che il raggiungimento delle mete, costruendo in virtù di ciò risultati sempre più importanti e concreti nel corso degli anni. In apertura, ad esibirsi sarà Iononso+Chisono, progetto solista del chitarrista perugino Francesco Federici. I concerti del sabato inizieranno alle 23.30, mentre il ristorante ed il bar della Darsena saranno aperti oltre che il sabato anche il venerdì e la domenica fino al 31 ottobre.