Da Terni in treno fino a Foligno: la storia di Nocchia, cagnolino meticcio

75
Fonte e foto ANSA
 

Da Terni in treno fino a Foligno: la storia di Nocchia, cagnolino meticcio. Si reca agli uffici della Polfer per tornare a casa

Avventura a lieto fine per Nocchia, un cagnolino meticcio che, uscito dall’abitazione dei proprietari, a Terni, ha raggiunto la stazione ed è salito su un treno diretto a Perugia.

Una volta arrivato a Foligno, è sceso dal treno e, dopo aver girovagato un po’, si è presentato davanti agli uffici della polizia ferroviaria aspettando che la porta di ingresso si aprisse per poter entrare.

Gli agenti si sono trovati questo cagnolino in ufficio che passava da una persona all’altra scodinzolando, per strappare qualche attenzione. I poliziotti, dopo averlo rifocillato, si sono attivati allertando la polizia veterinaria che, grazie alla lettura del microchip del cagnolino, è risalita al proprietario, al quale è stato riconsegnato dalla stessa polizia ferroviaria.
L’uomo, incredulo, ha riferito alla Polfer che il cane si era allontanato dal giardino di casa senza che lui se ne accorgesse.