“Caro bollette”: il Comune di Panicale mette a disposizione 46.000 euro per le utenze domestiche

768

Pubblicato l’avviso per l’assegnazione dei contributi. C’è tempo fino all’11 novembre

 

46.000 euro di risorse per alleggerire il “caro bollette” delle famiglie di Panicale. Con fondi appositamente stanziati dalla partecipata ConsenergiaGreen, l’Amministrazione comunale di Panicale ha messo a disposizione complessivamente 46.000 euro per le utenze domestiche.

“Nella situazione emergenziale in essere – spiega il sindaco Giulio Cherubini – si rende indispensabile adottare tutte le misure necessarie al fine di alleviare il disagio economico dei nuclei familiari più esposti   alla crisi economica legata all’emergenza sanitaria e all’incremento del costo energetico. Dopo la misura per l’agevolazione Tari (i cui parametri per l’accesso erano rigidamente definiti dalle regole nazionali disposte da Arera), le famiglie del nostro territorio potranno ora contare su questa ulteriore misura di sostegno che può raggiungere tante altre famiglie (le fasce ISEE, con un criterio proporzionale, arrivano fino a 35.000 euro)”.

Per l’anno 2022, il Comune di Panicale eroga dunque un contributo a parziale copertura della spesa sostenuta per l’energia elettrica e il riscaldamento nei mesi da gennaio a settembre 2022, per supportare le famiglie che si stanno trovando in difficoltà a causa degli aumenti verificatisi nelle ultime settimane.

Gli interessati potranno presentare domanda entro le ore 12.00 di venerdì 11 novembre 2022.

Il modulo della domanda in autocertificazione è scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Panicale e dovrà essere presentato esclusivamente a mezzo posta elettronica all’indirizzo comune.panicale@postacert.umbria.it. Solo per chi non è dotato di alcuna strumentazione informatica utile alla compilazione e trasmissione via posta elettronica del modulo, la domanda potrà essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune sito in Panicale – Via Vannucci, 1 negli orari di apertura al pubblico.

“Ma non ci fermeremo qui – aggiunge Cherubini -. Ulteriori risorse saranno messe a disposizione a favore delle associazioni che gestiscono spazi comunali ed hanno a carico le utenze. A tal proposito a breve sarà pubblicato apposito bando”.