“Bene attivazione di ‘Airlink’ per raggiungere l’aeroporto”

285

La nota di Fioroni (Lega)

 

Il consigliere regionale Paola Fioroni (Lega-vicepresidente Assemblea legislativa) esprime soddisfazione per

“l’attivazione di ‘Airlink’, il servizio combinato treno e bus per consentire ai cittadini di raggiungere l’aeroporto ‘San Francesco’ dalle città di Perugia e di Assisi che sta garantendo, già in questi primi giorni e seppur non ancora a pieno regime, un flusso maggiore di passeggeri. Nelle proposte fatte alla Giunta regionale da sviluppare nell’ambito del PNRR – ricorda Paola Fioroni – avevo auspicato la possibilità di un migliore collegamento da e per l’aeroporto, oltre a elaborare in tal senso alcuni atti in sede di Assemblea legislativa. Bene quindi aver proceduto in questa direzione. L’aeroporto umbro rappresenta uno strumento di sviluppo economico fondamentale nella nostra regione, per troppo tempo in passato vittima di scelte poco oculate e di ‘voli pindarici’ che ne hanno compromesso la sopravvivenza. La Giunta Tesei – aggiunge Fioroni – ha saputo trasformare una criticità in una opportunità, gestendo uno squilibrio di bilancio pesante e ricomponendo una compagine societaria attraverso una visione di intenti ed obiettivi comuni che ha fatto da cornice a scelte lungimiranti e strategie di sviluppo vincenti. Di recente – spiega la vice presidente di Palazzo Cesaroni – abbiamo approvato in Assemblea legislativa la legge regionale che finanzia con 12 milioni di euro un piano industriale 2022-2024 per lo scalo aeroportuale che vede un grande impegno della governance e della Regione ad implementare voli e destinazioni. È questo – evidenzia – il volano per agganciare definitivamente il rilancio del nostro aeroporto e garantirgli l’importanza che merita come hub del centro Italia. Nell’elaborare proposte per il rilancio dello scalo – continua Fioroni -, la Giunta ha preso in considerazione l’evidente realtà di una regione non solo isolata verso l’esterno, ma con evidenti problematiche di collegamenti interni, causate dall’immobilismo del passato rispetto alla mancata realizzazione delle infrastrutture promesse e al potenziamento delle esistenti. Per superare questa ulteriore criticità è stato così sviluppato il progetto ‘Airlink’, il primo passo per ‘linkare’ appunto l’aeroporto con le nostre città e le nostre stazioni ferroviarie. Una scelta innovativa – osserva – da parte della Giunta regionale che, a differenza di quelle passate, ha avuto la capacità di intraprendere iniziative coraggiose e ha cominciato a ragionare con la diligenza del buon padre di famiglia che sa fare anche business plan e sa cosa significa guardare al futuro. Non dobbiamo fermarci – rimarca il consigliere leghista –, per far funzionare l’aeroporto bisogna attrarre turisti ed investitori economici nella nostra regione, sapendola promuovere nella maniera corretta e soprattutto efficace. Adesso – commenta – si guarda alla Germania e a nuove rotte internazionali, sono partiti i primi voli Ryanair che con Boeing 737 collegano Perugia con Vienna, dopo quelli attivati con successo di passeggeri verso Barcellona, Bucarest e Londra, per fare alcuni esempi. Tutto ciò – conclude Fioroni – con la consapevolezza che in questa fase i numeri danno ragione di una inversione di tendenza post pandemia e nonostante la guerra, che fa ben sperare”.