Aggredisce la compagna, arrestato dalla Polizia

837
La Polizia di Perugia espelle 27 stranieri

Un ucraino di 30 anni è stato arrestato dalla polizia alla periferia di Perugia per avere aggredito in casa la compagna, minacciando poi di dare fuoco all’appartamento dove si era barricato in seguito all’intervento della polizia. Episodio avvenuto il giorno di Natale. A chiamare il 113 è stata la donna trovata dagli agenti in strada, in lacrime e con il volto tumefatto. Con in braccio la figlia di 10 mesi. Ai poliziotti ha riferito di essere uscita di casa per sottrarsi all’ira del compagno. Questi – riferisce la Questura – ha minacciato di dare fuoco all’appartamento qualora la polizia non si fosse allontanata. Con la collaborazione dei vigili del fuoco gli agenti sono riusciti a fare irruzione nell’abitazione da un balcone e una volta all’interno hanno accertato che l’ucraino aveva cosparso l’appartamento e il pianerottolo della palazzina di liquido infiammabile. E’ stato quindi arrestato per maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni.