Ad Umbertide un “question time” sul futuro Fcu in Alto Tevere

706
 

“Inedito ‘question time’” con i cittadini a Umbertide quello promosso venerdì 23 giugno alle 21 dal vicepresidente del Consiglio regionale dell’Umbria Marco Vinicio Guasticchi sul futuro della Fcu, alla luce anche dei nuovi finanziamenti per l’infrastruttura che serve l’Alto Tevere. Sala San Francesco gremita, nonostante la serata caldissima, con la regia dell’assessore Paolo Leonardi, e i saluti del sindaco Marco Locchi che plaude all’iniziativa di dialogo con la cittadinanza sulla questione che stanno più a cuore anche perché

“a Umbertide – ha spiegato il sindaco – quasi tutti hanno qualcuno che ha lavorato o lavora nella nostra ferrovia”.

L’assessore regionale Giuseppe Chianella ha illustrato passo passo il cronoprogramma dei lavori sulla base degli investimenti e non si è tirato indietro sulle numerose domande di chi, utente o lavoratore Fcu, ha voluto sapere tempi e modalità di ammodernamento della tratta. Chianella non si è limitato all’Altotevere, ma ha illustrato anche gli interventi nel resto della tratta, fornendo un quadro trasparente e completo a 360 gradi. L’onorevole Valter Verini, che si è attivato sin dalle prime avvisaglie di problematiche per l’infrastruttura regionale, ha illustrato i delicati step necessari per giungere a finanziamenti, mai facili né scontati e ha ricordato più volte

“quanto sia legato al sogno irrinunciabile, da realizzare in momenti di ripresa economica a livello nazionale, dell’apertura della tratta verso Arezzo”.

Memoria storica come sempre suggestiva e irreprensibile quella curata dall’ingegner Mario Tosti, che ha ricordato ai numerosi giovani presenti in sala l’importanza tecnica, economica ma anche culturale della ferrovia.