Umbria: niente taglio ai vaccini

94
 

Umbria: niente taglio ai vaccini. A renderlo noto è l’ufficio del Commissario straordinario Arcuni, dopo l’annuncio da parte di Pfitzer

Nessun taglio per l’Umbria nella distribuzione dei vaccini anti Covid di Pfizer-BioNTech. E’ quanto emerge dalla ripartizione delle dosi resa nota dall’ufficio del Commissario straordinario Domenico Arcuri.

L’Umbria non subirà tagli come Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise e Valle d’Aosta. L’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto con circa 25mila dosi sono invece le regioni più penalizzate dalla riduzione nel nuovo invio di vaccini, poi il Lazio con 12 mila la Puglia con 11.700.

Secondo i dati più aggiornati del Ministero della Salute, all’Umbria sono state finora consegnate 15.685 dosi di vaccino, l’83,9 per cento delle quali, 13.156, già somministrate.