Sviluppo rurale: l’assessore Cecchini riunisce il Tavolo Verde

760
L'assessore Cecchini incontro il Sindaco di Bevagna

“La strategia scelta dalla Regione Umbria è quella di accelerare tempi e procedure per entrare subito nella completa operatività della programmazione 2014-2020 per lo sviluppo rurale, come ci consente la stretta continuità con quella precedente che si chiuderà entro l’anno”.

   

L’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, lo ha sottolineato aprendo stamani i lavori del “Tavolo Verde”, nella sede dell’Assessorato regionale.

“Abbiamo convocato la prima riunione del Comitato di Sorveglianza del Psr, il Programma di sviluppo rurale, per mercoledì 22 luglio a Orvieto, uno degli adempimenti – ha detto – da assolvere entro quattro mesi dall’approvazione da parte della Commissione Europea del Programma, in anticipo rispetto alle altre Regioni che hanno avuto il parere favorevole da Bruxelles. In quella sede, oltre all’insediamento dell’organismo chiamato a verificare l’attuazione del Programma e il suo progresso rispetto agli obiettivi pianificati e di cui fanno parte i rappresentanti del partenariato istituzionale, economico e sociale, verranno sottoposti al parere del Comitato stesso i criteri di selezione che verranno adottati per i bandi regionali”.

Nella prima riunione del Comitato, alla quale è prevista la partecipazione dei rappresentanti della Commissione Europea e del Ministero delle Politiche agricole, verranno valutate e sottoposte a parere le proposte dei criteri di selezione di una cinquantina di interventi, “oltre il 60 per cento di quelli previsti dal Programma di sviluppo rurale, che sono 75”. I principi, insieme alle condizioni di ammissibilità, sono stati già indicati nel Psr e si declinano per ogni singolo intervento facendo leva sulla qualità dell’operazione per cui si chiede di accedere a contributi e incentivi, la coerenza con gli obiettivi e le priorità individuate per i settori agricolo e agroalimentare, la capacità di innovazione, la competitività, la sostenibilità ambientale, la creazione di nuova occupazione. Nell’illustrare ai componenti del “Tavolo Verde” le linee programmatiche delle proposte elaborate dagli uffici regionali, l’assessore Cecchini ha chiesto di giungere alla riunione del 22 “con proposte di criteri di selezione che siano il più possibile condivise con il mondo agricolo, per rafforzare la posizione dell’Umbria e per porre le basi, fin dall’inizio, per la migliore efficacia degli interventi del Programma”. A questo scopo, l’assessore Cecchini ha fissato una nuova riunione del “Tavolo Verde” per lunedì prossimo, 20 luglio, per un esame più approfondito delle proposte dei criteri di selezione:

“Siamo su un treno in corsa e vogliamo lavorare in fretta, ma anche bene: per questo è fondamentale che ci sia il concorso di tutti e la massima condivisione delle scelte”.