Spoleto: all’ospedale corsi di gestione emergenza-urgenza

57
Ospedale di Spoleto, Barberini:
 

I corsi sono rivolti a personale sanitario interno ed esterno

La Direzione strategica dell’Usl Umbria 2 ha individuato l’ospedale di Spoleto quale sede per lo svolgimento di corsi di base ed avanzati nell’ambito della gestione dell’emergenza-urgenza. Sono rivolti a personale sanitario interno, a di altre aziende sanitarie e a quello esterno, come di Protezione civile e di altri servizi convenzionati. In parte dei locali del servizio di Riabilitazione cardiologica – annuncia l’Usl – è in avanzata fase di allestimento un’area dotata delle più moderne attrezzature, quali manichini simulatori ad alta fedeltà, ambienti di simulazione clinica e di strumenti didattici di ultima generazione atti a consentire lo svolgimento permanente di corsi di emergenza urgenza, con particolare riferimento al soccorso di soggetti colpiti da arresto cardiocircolatorio improvviso (morte improvvisa). Il progetto è curato dal servizio Formazione, comunicazione e relazioni esterne dell’Usl Umbria 2 diretto dalla dottoressa Maria Stefania Gallina.

“L’arresto cardiaco improvviso – spiega – è una delle principali cause di morte in Italia colpendo circa un cittadino ogni mille abitanti-anno. Per tale motivo diventa indispensabile e non più procrastinabile formare ed addestrare tutto il personale, sanitario e non, che si trova ad operare sul territorio e che insieme ai professionisti delle strutture sanitarie extra ed intraospedaliere, vanno a costituire una rete diffusa e capillare di primo soccorso, fondamentale per salvare vite umane”.

“Ribadendone la centralità e l’importanza quale Dea di primo livello, abbiamo individuato l’ospedale di Spoleto quale sede permanente per lo svolgimento di tali fondamentali attività – spiega il direttore generale dell’Usl 2 Massimo De Fino – con l’obiettivo di proseguire sulla strada del potenziamento della rete diffusa di soccorso e di primo intervento”.