“In sicurezza” la chiesa del ‘300 di Preci

958
Con il bando
   

Ha rischiato di sbriciolarsi sotto i colpi del terremoto, la trecentesca chiesa di Saccovescio di Preci dedicata a santo Spes, colui che venne indicato da papa Gregorio Magno come fondatore della vita eremita e monastica della valle Castoriana: ora la facciata e la vela dell’edificio sacro sono in sicurezza. Nei prossimi giorni saranno realizzate opere provvisionali a tutela dell’intero edificio. Ancora una volta sono le squadre di vigili del fuoco (nuclei Saf) provenienti da Umbria, Toscana e Piemonte a prendere in mano la situazione per cercare di salvare il salvabile dell’immenso patrimonio artistico, storico e culturale della Valnerina umbra pesantemente ferito dal sisma. La chiesa di Santo Spes, un tempo amministrata dalle monache benedettine che risiedevano nel vicino monastero, è tra i gioielli che poteva vantare il Comune di Preci.

Fonte: Ansa.it