Serata conviviale della Misericordia di Terni

683
 

Quasi novecentocinquanta persone hanno riempito il palatennistavolo di Terni venerdì scorso per supportare il progetto benefico della Misericordia di Terni in una piacevole serata conviviale. Una partecipazione da parte dei ternani che è andata oltre ogni più rosea previsione. L’obiettivo era quello di raccogliere fondi per l’acquisto di una piccola automobile che potesse incrementare il servizio di taxi sanitario gratuito che da circa un anno la sezione ternana della Misericordia ha istituito per le persone sole o indigenti. La nuova city car servirà inoltre per portare a casa medicine alle persone sole e che non possono uscire, ma anche semplicemente per aiutarle nel fare la spesa. “Siamo davvero felici che tante persone abbiano deciso di darci una mano”. Questo il primo commento del presidente della Misericordia di Terni Santino Rizzo, primario del reparto di otorinolaringoiatria dell’ospedale di Terni che nel proprio tempo libero dedica le sue energie a questa causa benefica. “Un grazie particolare va ai volontari della nostra associazione, che gratuitamente prestano la loro opera per il trasporto dei malati, ma che sono stati fondamentali anche nell’organizzare questo evento. La mia gratitudine va poi a quelle persone, aziende, enti e associazioni che hanno più volte dato un contributo alla nostra attività, specialmente per l’acquisto delle ambulanze e del pulmino necessari per trasportare le persone indigenti. Anche in questo caso sono stati davvero numerosi”. Rizzo ha inoltre voluto raccontare alcuni episodi che hanno visto protagonisti dei pazienti anziani durante questo ultimo anno di attività. “Ce ne sarebbero tanti – ha specificato – ma uno di recente mi ha fatto riflettere. Una signora anziana e sola ci ha chiamato più volte per essere trasportata in ospedale a fare delle visite. Un giorno ci ha richiamato, ma questa volta, ha spiegato la donna, lo aveva fatto perché era solo grazie ai nostri volontari che aveva l’occasione di uscire di casa, un’opportunità insomma per essere di nuovo inserita nel contesto della vita sociale visto che per tantissimo tempo, a causa della solitudine e dello stato di salute, era stata relegata nella sua abitazione. E’ stata una bella emozione sapere di aver dato una piccola gioia a questa persona”. Presenti alla serata anche numerose autorità tra cui il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, la presidente della Regione Catiuscia Marini, l’ex prefetto di Terni Gianfelice Bellesini, il questore Carmine Belfiore, il vice presidente della Regione Fabio Paparelli, l’assessore regionale Giuseppe Chianella, il consigliere regionale Eros Brega, il sindaco di Sangemini, dove ha la sua sede la Misericordia, Leonardo Grimani , la direttrice del carcere di Terni Chiara Pellegrini e tanti altri. Ad aprire la serata prima l’inno europeo, poi la Marsigliese per ricordare le vittime di Parigi ed infine l’inno nazionale italiano, eseguiti splendidamente dalla soprano Maria Vittoria Androsciani accompagnata dal pianista Lorenzo Pizzuti. Nel corso della serata ad allietare la cena anche la bella voce della dottoressa Roberta Bartolucci, oncologa dell’ospedale di Terni con la passione per la musica. “Una serata riuscitissima e visto che ogni anno viene più gente a questo appuntamento di solidarietà, dovremo pensare ad una sala più grande quando ci avvieremo a realizzare un nuovo palazzetto dello sport a Terni – ha commentato col sorriso il sindaco Di Girolamo – La generosità dei ternani non è stata scalfita neanche in questo momento di crisi. E’davvero meritorio tutto quanto questa associazione e i suoi volontari stanno facendo per le persone più deboli. Grazie alle tante persone che sacrificano una parte del loro tempo libero per una causa così nobile”. Il presidente Rizzo ha inoltre ricordato che periodicamente la Misericordia di Terni organizza anche corsi di primo soccorso per i nuovi volontari. “Vorrei rivolgere un invito a chi volesse darci una mano – ha spiegato – perché abbiamo bisogno di un ulteriore aiuto per i nostri attuali volontari”.  Anche la presidente Marini ha elogiato l’attività della Misericordia. “Conosco bene questa associazione che ha ramificazioni in tutta l’Italia – ha commentato al microfono – ho voluto essere qui questa sera perché so bene quanto sia importante la loro attività rivolta alle persone in difficoltà. La Misericordia di Terni sta mettendo in atto delle forme di aiuto molto importanti per chi è solo ed economicamente in difficoltà. Ci tenevo a dare il mio supporto a questa iniziativa”. Alla fine della serata il presidente dell’associazione Rizzo ha consegnato una pergamena a chi ha dato un supporto economico importante all’associazione ed anche voluto ringraziare alcuni donatori anonimi che hanno regalato un defibrillatore. Infine una lotteria benefica ha concluso la serata che è stata condotta da Livia Torre.