Rifiuti: a Todi campagna di promozione sul compostaggio domestico

1061
 
 

Informare i cittadini sulla metodologia corretta per raccogliere i propri rifiuti organici destinati a trasformarsi in eccellente fertilizzante autoprodotto, una pratica naturale per fertilizzare orti e giardini di casa. Sabato 27 giugno 2015, presso il Centro di raccolta di Todi, nella Zona Industriale di Ponte Rio, l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Todi e Gesenu Spa hanno organizzato un incontro con i cittadini per promuovere la pratica del compostaggio dei rifiuti organici domestici e per distribuire i composter agli utenti che ne hanno fatto richiesta durante l’attivazione del servizio di raccolta porta a porta. All’iniziativa, rivolta alla cittadinanza, erano presenti l’Assessore all’Ambiente del Comune di Todi Luca Pipistrelli, l’agronomo e responsabile vendite compostaggio di Gesenu Spa Andrea Goracci e tecnici di Gesenu. Durante l’incontro sono stati forniti consigli utili sulla pratica corretta del compostaggio domestico e sono stati consegnati a famiglie e cittadini residenti a Todi, che ne erano ancora sprovvisti, gli specifici contenitori (composter) da posizionare all’interno dei terreni di loro pertinenza.

“La consegna delle compostiere ai cittadini di Todi – precisa l’Assessore all’Ambiente Luca Pipistrelli – è iniziata dal 2003 e ad oggi sono circa 500 le compostiere già in possesso dei cittadini. Il compostaggio costituisce una delle importanti possibilità di ridurre la quantità di rifiuti da smaltire in discarica, tramite l’utilizzo della parte più preziosa, la cosiddetta Frazione Organica Umida (F.O.U.), per la realizzazione di compost, che riattivato nel ciclo organico della natura, costituisce una preziosa risorsa di fertilità per il suolo. Per facilitare la raccolta della frazione organica domiciliare tutti i cittadini di Todi, possono ritirare gratuitamente un apposito contenitore dentro al quale mettere scarti del giardino e dell’orto (erba, foglie, ramaglie, fiori) e scarti di cucina (avanzi di cibo, frutta, verdura), per ricavarne terriccio buono da riutilizzare nel proprio orto o giardino. Il compostaggio domestico – conclude Pipistrelli – è un’ottima soluzione per smaltire questi rifiuti. Attraverso la trasformazione del rifiuto in un ottimo fertilizzante, si contribuisce al miglioramento delle caratteristiche fisiche del terreno riducendo l’uso di concimi chimici e pesticidi”.

Il compostaggio è un processo di trasformazione naturale di elementi biodegradabili, favorito dalla compostiera fornita in dotazione alle singole utenze per praticare questa attività di recupero degli scarti di cucina e dei prodotti dell’orto o giardino. Il composto finale sarà adatto per migliorare la fertilità dei terreni. Un contributo allo sviluppo dell’ampio piano di raccolta differenziata che intende eliminare l’utilizzo delle discariche e favorire il riciclo di ogni materiale e sostanza da non intendersi più come rifiuto, ma come nuova utile risorsa. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Clienti GEST: tel. 800 66 70 36 (da rete fissa) e 075/5917125 (da cellulare) da lunedì a venerdì 8.30-13.00 e 15.00-17.00, sabato 8.30-13.00; Fax 075/6910312; e-mail ufficioclienti@gestumbria.it