Regione: saldato il “debito” dovuto all’Umbria Mobilità

557
Regione Umbria: la situazione del personale precario
 

In merito alla vicenda del prospettato “mancato pagamento” della quattordicesima mensilità ai dipendenti di Umbria Mobilità, la Regione Umbria precisa che l’amministrazione regionale, oltre ad avere “interamente liquidato il corrispettivo 2016, in qualità di socio ha, a suo tempo, operato un prestito di 17 milioni di euro alla stessa, parzialmente restituito, tant’è che al momento la Regione è creditrice per un importo di 13 milioni di euro”. La mancanza di risorse lamentata da Umbria Mobilità, dunque, “non può in alcun modo essere ascritta alla Regione Umbria – è detto in un suo comunicato -, bensì alle criticità conseguenti la mancata corresponsione delle partite creditorie dalla stessa maturate per servizi svolti nei confronti della società partecipata Roma Tpl, per servizi resi al Comune di Roma, che non ha garantito quanto dovuto, nonché alla mancata ricapitalizzazione da parte di alcuni soci pubblici di Umbria Mobilità”.

Fonte: Ansa.it