Protocollo d’intesa tra il Serafico e l’Arma dei Carabinieri

470

“Questa convenzione rappresenta un importantissimo ‘tassello’ per la ulteriore valorizzazione di una straordinaria eccellenza nazionale nel campo dell’assistenza sanitaria per soggetti portatori di gravi e plurime patologie, quale è l’Istituto Serafico di Assisi”. E’ quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha partecipato questa mattina ad Assisi alla firma del protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e l’Istituto Serafico, sottoscritto dal Comandante generale dei Carabinieri, Generale Tullio Del Sette, ed il presidente dell’Istituto, l’avvocato Francesca di Maolo. Per la presidente Marini, inoltre, “il protocollo sottoscritto oggi è anche un ‘segnale’ positivo verso alti soggetti ed istituzioni, per analoghi accordi di collaborazione”.

“Questa realtà – ha aggiunto la presidente – è una indiscussa eccellenza. Ciò grazie al grande lavoro svolto da tutto il personale, alla loro qualità professionale, alle loro altissime competenze e, soprattutto, per la loro umanità e capacità di accogliere ed assistere i pazienti ospitati in questa struttura. Qui, altresì, è particolarmente avanzata la ricerca e l’innovazione nel campo delle metodologie di cura di persone con particolari patologie”.

“Il Serafico – ha proseguito Marini – è anche un esempio di buone pratiche e di costruttiva collaborazione tra un soggetto privato ed ecclesiale, che vive anche grazie al contributo di importanti donazioni ed all’opera dei volontari, ed il sistema sanitario nazionale. In questi anni, come Regione abbiamo voluto rafforzare la collaborazione con l’Istituto, perché crediamo nella funzione universalistica del servizio sanitario che – ha concluso la presidente – deve poter offrire a tutti i cittadini risposte adeguate ai bisogni di salute ed assistenza”.