Promozione turistica, dal 17 al 21 giugno “Camper” torna in Umbria

283
La troupe del programma Camper a Perugia - immagine di repertorio

Agabiti: “Programmazione regionale mirata per far scoprire tutte le bellezze del territorio”

   

Cammini e arte, luoghi di vacanze, borghi, food, sagre ed eventi: c’è tutto il bello che l’Umbria può offrire nelle puntate di “Camper” che andranno in onda dal 17 al 21 giugno su Rai 1. Lo comunica l’assessore regionale al Turismo, Paola Agabiti.

Per un’intera settimana il programma condotto da Marcello Masi alle 12.00 su Rai 1, realizzato in collaborazione con la Regione Umbria, rappresenterà un viaggio in 25 località umbre alla scoperta dei sapori della gastronomia locale, dalla norcineria allo zafferano, della bellezza di borghi come San Gemini, Panicale, Spello, degli sport più emozionanti, come il rafting, il deltaplano e il parapendio, da praticare in splendidi scenari naturali. E ancora sentieri, mercati, sagre, tradizioni.

“In questi anni – afferma Agabiti – ho voluto investire in progetti e azioni di promozione di tutte le risorse patrimoniali e ambientali che, intrecciando l’aspetto turistico con quello culturale, economico e sociale, rendono la nostra regione un luogo unico da scoprire. Siamo sempre più convinti che solo attraverso una programmazione dallo sguardo lungo si riuscirà a garantire in tutte le stagioni la presenza di visitatori e, in questo contesto, la promozione turistica multisettore voluta dalla Regione si è dimostrata vincente e lo certificano i dati. E non solo. Basta infatti, aggirarsi nel centro storico del capoluogo umbro o nelle città d’arte e nei piccoli borghi, per avere l’istantanea di quanto l’Umbria stia diventando sempre di più meta ambita dai visitatori che in ogni momento dell’anno, scoprono pienamente l’attrattività della nostra terra e del suo meraviglioso patrimonio ambientale e culturale riportato a nuova vita anche grazie al finanziamento di opere e attrazioni turistiche finalizzate anche a contribuire a rivitalizzare il tessuto socio-economico”.