Petillo (Ugl Autonomie): “Costituzione del Dipartimento Welfare e Pari Diritti”

188
   

Con la nuova costituzione del Dipartimento Welfare e Pari Diritti va avanti speditamente il programma di lavoro che l’Ugl Autonomie si è prefissato durante il Congresso Nazionale svoltosi a Palermo”.

Lo dichiara il Segretario Nazionale Ugl Autonomie, Ornella Petillo.

“A coordinare il Dipartimento saranno Gianna Di Martino e Antonella Pulciani, dirigenti sindacali di grande esperienza e professionalità le quali, vantano una particolare sensibilità sui temi della parità dei diritti e sulle politiche del welfare territoriale. Alla base del nostro lavoro sindacale c’è al primo posto la difesa dei lavoratori e delle lavoratrici sui luoghi di lavoro – continua Petillo -, la massima espressione di questo impegno trova la sua applicazione del garantire a tutti pari diritti e pari opportunità sui luoghi di lavoro. Ma la parità dei diritti non può essere raggiunta senza creare le condizioni ambientali idonee al perseguimento degli obiettivi prefissati.  L’Ugl Autonomie attraverso il neo Dipartimento accetta la sfida di un lavoro pioneristico sulla Contrattazione di Comunità. Anche nel pubblico, e soprattutto negli Enti di prossimità come gli Enti Locali, occorre superare le vecchie logiche del passato imperniate su sterili contrapposizioni, per definire nuovi modelli contrattuali volti alla promozione di forme di partecipazione dei lavoratori alla organizzazione dei servizi. In questa prospettiva bisogna valorizzare la rappresentanza del sindacato a livello locale con la partecipazione dei lavoratori alla innovazione dei procedimenti amministrativi, da un lato, e dei portatori di interesse, dall’altro. L’intento per entrambi i casi è di conseguire l’innovazione dell’organizzazione e del servizio pubblico – conclude Petillo – grazie l’utilizzo di percorsi di partecipazione inclusiva che interessano lavoratori e dirigenti di alcuni servizi e un campione di utenti interessati all’organizzazione e alle scelte pubbliche dell’amministrazione”.