Pesca sportiva e ambiente : a Todi la quinta edizione di “Angler’s Hangout”

397

Sabato 11 e domenica 12 aprile si è svolta, sulle sponde del fiume Tevere, in località Casemasce di Todi, la quinta edizione della manifestazione sportiva “Angler’s Hangout”, promossa dall’Associazione Asd Angler e realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Todi, della Polizia Provinciale e di Gesenu. 

Oltre trenta i pescatori che hanno partecipato alla manifestazione non competitiva che unisce alla pratica sportiva iniziative volte alla pulizia dell’ambiente in cui si svolge la competizione e alla raccolta fondi per la ricerca scientifica.

L’iniziativa nasce per promuovere il tratto “no kill” del fiume (per “no kill” si intende un tratto di fiume dove è vietata la detenzione del pescato con il conseguente rilascio immediato dei pesci) istituito grazie alla collaborazione di Asd Angler con la Provincia di Perugia, nella persona dell’ittologo Mauro Natali, responsabile dell’ufficio provinciale per la gestione della fauna ittica.

Da quando è nato il tratto “no kill” le sponde sono più sicure e pulite, come assicurano pescatori locali ed esercenti della zona, che hanno notato la diminuzione della presenza di elementi poco inclini a rispettare l’ambiente e le regole della civile convivenza, e che, con prelievi indiscriminati, hanno impoverito il patrimonio ittico del Tevere.

Come in ogni manifestazione organizzata da Asd Angler è stata effettuata una raccolta fondi a favore di Athena Onlus e la raccolta rifiuti lungo le rive del fiume.

L’auspicio di Asd Angler è di estendere ulteriormente la zona “no kill”, al fine di tutelare maggiormente la fauna ittica e permettere alle persone di godere in tranquillità delle sponde del Tevere.