Perugia, cinque misure cautelari per giro di cocaina

97

In indagine Direzione antimafia e carabinieri

   

Avrebbe fruttato oltre 70 mila euro al mese anche durante il periodo di lockdown per il Covid un presunto giro di spaccio di cocaina a Perugia smantellato nel corso di un’indagine della Direzione distrettuale antimafia.

Cinque le ordinanze di applicazione della misura cautelare a carico di cittadini albanesi disposte dal gip del capoluogo umbro, due delle quali eseguite mentre altri tre soggetti sono ricercati.

Le accuse ipotizzate a vario titolo sono di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti nonché di detenzione e spaccio in concorso.

Secondo gli accertamenti dei carabinieri gli stranieri erano attivi prevalentemente nel capoluogo umbro e nei comuni vicini.

I carabinieri hanno documentato centinaia di cessioni nelle strade della periferia sud di Perugia e nelle adiacenti aree rurali.

Quattro presunti spacciatori sono stati arrestati in flagranza.