Passione due ruote e mito italiano: che successo il ‘Tour dell’Umbria’

399

Passione due ruote e mito italiano: che successo il ‘Tour dell’Umbria’. Decine di collezionisti Ducati d’epoca da tutta Italia per la nona edizione dell’evento organizzato dal Moto Club Ducati Scrambler Umbria. Il Presidente Braganti: “Due giorni indimenticabili”

La nona edizione de il ‘Tour dell’Umbria’ ha raccolto consensi e partecipazione. Sabato 22 e domenica 23 giugno decine di appassionati delle Ducati Scrambler si sono ritrovati in riva al Trasimeno per prendere parte all’evento organizzato Moto Club Ducati Scrambler Umbria. Una due giorni all’insegna della passione per le moto, del turismo, della cultura e della buona cucina.

“Abbiamo percorso strade ed itinerari indimenticabili – dichiara soddisfatto il Presidente del Moto Club Ducati Scrambler Umbria, Antonio Braganti – toccando diverse località importanti della nostra regione: Umbertide, Gubbio, Scheggia, Gualdo Tadino, Valfabbrica, Magione, Città della Pieve e Castel del Piano, dove ha sede il nostro club. Ringrazio tutti i partecipanti e in particolar modo quelli che sono arrivati da lontano, gli Amighi dello Scrambler Veneto, gli Scramblerman Lombardi, il Moto Club Livorno e il Gruppo di Frosinone. Un pensiero lo rivolgo a tutto lo staff che ha collaborato all’organizzazione e in particolar modo a Mauro Guazzarini e Piero Dentini. Molto gradita è stata la partecipazione del neo Assessore allo Sport del Comune di Perugia, Clara Pastorelli e del Consigliere Riccardo Mencaglia. E stato davvero un successo, tanto che già stiamo pensando all’edizione del 2020”.

Il Tour dell’Umbria ha visto i motociclisti partecipare anche a diversi momenti conviviali, a Passignano sul Trasimeno, che è rimasta la sede logistica attraverso l’hotel ‘Il Gabbiano’, Serrasanta di Gualdo Tadino, Montarale e Perugia con la splendido scenario di  Corso Vannucci, dove la comitiva si è trasferita in pullman nella serata di sabato.

“Il Comune di Perugia – ha dichiarato l’Assessore Clara Pastorelli – è orgoglioso della presenza nel territorio di un moto club così importante a livello nazionale. Abbiamo omaggiato i partecipanti con il gagliardetto della nostra città, in modo da lasciare un ricordo anche a chi proviene da altri regioni. Sono stati due giorni bellissimi e l’organizzazione è stata assolutamente all’altezza. Complimenti al Presidente Braganti e al suo staff. Queste manifestazioni danno una vetrina importante al nostro territorio e l’amministrazione cercherà di essere sempre vicina. Avrei voluto fare un giro anche io in moto, ma per questioni assicurative non è stato possibile. Presto ci sarà occasione, anche per coinvolgere queste moto in un percorso di eventi legati ad altri mezzi d’epoca, penso a ‘Francesco nei Sentieri’.