Danza e disabilità insieme a Città di Castello

226

Danza e disabilità insieme a Città di Castello. Successo per il saggio finale della scuola di danza Giubilei che ha visto protagonisti le persone diversamente abili e quelle normodotate

Il Teatro degli Illuminati di Città di Castello ha alzato il sipario sul saggio finale della locale ‘Scuola di Danza Giubilei’. Un evento, quello che si è tenuto nel pomeriggio di domenica 23 giugno, che ha richiamato grande interesse in quanto è stato realizzato con il contributo di persone diversamente abili. Durante il periodo invernale, le sorelle Giubilei hanno accolto la proposta della cooperativa ‘La Rondine’ di Città di Castello di aprire le lezioni di danza anche a soggetti con difficoltà mentali e fisiche, in modo da rendere l’attività un momento di svago e l’occasione per esprimersi liberamente.

I ‘provetti ballerini’ provengono dalla struttura psichiatrica ‘Villa Egea’ e dal Centro Diurno socio-riabilitativo il ‘Flauto Magico’ gestite dall’USL Umbria 1 e dove la Rondine fornisce il servizio di assistenza e animazione. La rete creata con la Scuola di Danza Giubilei ha portato a dei risultati importanti, perché è stato centrato in pieno l’obiettivo dell’integrazione tra persone con disabilità e normodotati. Lo spettacolo finale è stata solo una bella vetrina di un duro e gratificante lavoro, dove tutti si sono arricchiti di una nuova conoscenza. I disabili hanno imparato alcune tecniche di danza, istruttori, familiari e gli altri ballerini hanno impreziosito la loro vita di un’esperienza unica.