Panicale: per la Giornata dell’Infanzia una settimana di raccolta di indumenti e giochi per bambini

637
Panicale, la prima volta di Trasimeno Blues
 

Raccolta straordinaria di indumenti e giocattoli per bambini da zero a quattordici anni nel comune di Panicale per la Giornata mondiale dell’Infanzia e Adolescenza. Dopo il successo dello scorso anno dell’iniziativa “Latte e pannolini”, l’Amministrazione comunale attraverso l’Assessorato all’istruzione, salute e associazionismo aderisce nuovamente alla Giornata mondiale con un progetto che va a beneficio della fascia di età zero-14 anni e alle famiglie bisognose del territorio. Dal 20 al 27 novembre chi vorrà potrà donare indumenti, giocattoli, libri usati e in buone condizioni per la fascia d’età indicata presso due punti raccolta, la sede del Comitato Locale Valnestore della Croce Rossa e presso la sede locale della Confraternita della Misericordia. Qui si provvederà allo stoccaggio, suddivisione per fascia di età e ridistribuzione alle famiglie bisognose, secondo anche le indicazioni fornite loro dagli uffici dei Servizi Sociali. L’iniziativa, come spiega l’assessore Silvia Prelati, si intitola “I Diritti fanno diventare grandi” e intende sensibilizzare e promuovere, unitamente alla Convenzione ONU per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989), il valore etico del riciclo e del riuso solidale. “Il senso di tutto ciò – dichiara – è non buttare cose ancora in buone condizioni, come giocattoli o libri che teniamo magari in soffitta o indumenti dei nostri figli o nipoti inutilizzabili. Provare a dare una seconda vita a questi oggetti che hanno finito il viaggio con noi, ma che possono iniziarne un altro insieme ad altre persone. Tutto ciò assume, per tali ragioni, una forte valenza sociale e culturale e i valori che richiamano sono molteplici: il rispetto della persona, delle relazioni sociali e umane, dell’ambiente come alternativa alla mentalità diffusa dell’«usa e getta”. Aderisce all’iniziativa anche il gruppo locale San Giorgio di Protezione Civile, che partecipa con una ingente donazione di libri per bambini.