“Non coltiviamo la violenza”. Perugia sostiene l’iniziativa del centro pari opportunità e di Coldiretti

305

L’ASSESSORE CICCHI ALLA CAMMINATA ANTIVIOLENZA

   

“Non coltiviamo la violenza”: è il titolo del progetto promosso da Coldiretti, Coldiretti Donne Impresa e Campagna Amica Umbria che sarà presentato venerdì 25 novembre presso il Mercato Contadino Perugia di Campagna Amica a Madonna Alta, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Il progetto, con cui si aderisce alla campagna antiviolenza del Centro Pari Opportunità della Regione Umbria, consentirà di mettere in evidenza sulle confezioni dei prodotti agricoli in vendita nei mercati di Campagna Amica dell’Umbria, il numero telefonico antiviolenza dedicato.

Dopo la presentazione al Mercato Contadino di Madonna Alta, le iniziative sono proseguite nel centro storico di Perugia. Dai giardini Carducci a Perugia ha preso il via la camminata antiviolenza “Amore senza lividi”. Una delle tappe della camminata è stata palazzo de Priori, dove ad attendere i partecipanti per unirsi a loro c’era l’assessore alle politiche sociali del Comuni di Perugia Edi Cicchi cui è stata consegnata la maglia rossa simbolo dell’importante giornata.

“Abbiamo aderito con entusiasmo e convinzione all’iniziativa del centro pari opportunità della Regione dell’Umbria e di Coldiretti – spiega l’assessore Edi Cicchi – perché rappresenta un ulteriore contributo ad un percorso che abbiamo avviato da tempo insieme ad istituzioni, associazioni e cittadini con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione sul tema della violenza contro le donne. La camminata “amore senza lividi” cui abbiamo partecipato in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne ha rappresentato un segnale forte, simbolico di come Istituzioni e cittadini abbiano scelto di stare dalla parte di chi soffre, dei più deboli, donne, bambini. E’ una scelta di cultura, un valore che in tanti hanno condiviso e che ci dà conferma del fatto che tutti insieme, facendo rete, possiamo fare qualcosa di importante con e per le donne”.