Musica Insieme Panicale: in archivio la XX edizione

832
Si è chiuso il Music Fest Perugia: evento di assoluto importanza

Musica Insieme Panicale: in archivio la XX edizione. Prime assolute e tanti stimoli culturali. Bilancio più che positivo per gli organizzatori.

 

Pezzi eseguiti in prima assoluta e moltissimi stimoli culturali. Nettamente positivo per gli organizzatori il bilancio della ventesima edizione di “Musica Insieme Panicale” che ha arricchito l’offerta culturale del Trasimeno nella seconda metà di agosto.

“Venti anni di musica insieme grazie all’amore per Panicale”.

Questo per il maestro Younghi Pagh-Paan, fondatore del festival insieme al maestro Klaus Huber, il segreto del suo successo e della sua longevità. Cinque date in cui la musica contemporanea si è sposata con repertori antichi, classici, rari, e prime assolute. L’edizione numero venti ha avuto come momento culminante “La lunga notte della musica” al Santuario di Mongiovino, il 26 agosto, con la partecipazione di undici musicisti provenienti da sette diverse nazioni. Un grande incontro tra artisti che hanno eseguito pezzi magnifici e hanno dato vita ad una fantastica improvvisazione.

Anche i più piccoli hanno avuto il loro spazio con un divertente workshop di percussioni coreane. Particolarmente affollato il concerto di Dalia Lazar, “la pianista in residenza” che ha fatto il suo debutto nell’ambito di Musica Insieme con un emozionante concerto in cui ha eseguito tre Sonate di Beethoven.

Importanti compositori italiani sono stati eseguiti a Panicale per la prima volta, come Coluccino, con le sue Stanze per pianoforte. Un festival denso di incontri e scambi culturali, che ha messo ancora una volta al centro la musica e la condivisione della bellezza.