Merendanzo: festa grande tra cibo, cultura e socialità

1211

25 anni di inclusione e valore alle diversità: a Perugia, domenica 24 settembre, il compleanno della Fondazione La Città del Sole

   

La Fondazione La Città del Sole Onlus celebra i suoi 25 anni con un grande evento di raccolta fondi: il Merendanzo. Una festa lunga un’intera giornata, nella magnifica cornice dei chiostri del Complesso Monumentale di San Pietro, a Perugia, il cui ricavato andrà a sostenere tutti i progetti portati avanti dall’ente.

In questi anni La Città del Sole ha offerto risposte e soluzioni concrete alle problematiche di molte persone con disturbi psichici e delle loro famiglie, ma non si è limitata a questo: tutti i progetti infatti, sono pensati con l’obiettivo di contribuire in maniera significativa alla realizzazione di una trasformazione culturale verso un mondo migliore, in cui la diversità diviene valore e risorsa.

Come tutti gli Enti del Terzo Settore, La Città del Sole ogni anno deve costantemente confrontarsi con risorse scarse a fronte di un costante incremento dei costi da sostenere. Proprio per questo ha bisogno anche dell’aiuto della comunità nella quale opera. E proprio per questo, per l’accesso alla festa, verrà chiesta una donazione minima di 30 euro (gratis under 12 e disabili). Cibo e bevande saranno a disposizione per tutta la durata dell’evento.

Programma. Cucina mobile di Numero Zero con cibo, bevande e musica non-stop. Radiocronaca live 25esimo e interviste, a cura di Stazione Panzana e Radiophonica. Alle ore 13 Radio Carioca in concerto e a seguire dj set. Dalle 12 Becoming X Art+Sound Collective e laboratorio per bambini, a cura di Grimm Sisters. Alle 14 Mizula in concerto. Alle 15 Luca Zingaretti legge Clara Sereni. Sempre intorno alle 15 “La bambina che non aveva paura di nulla” di e con Domenico Madera e Alessia Rosi, Teatro Le Onde. A seguire “La colpa è la mia che t’ho fatto” di e con Stefano Baffetti. Nel pomeriggio i concerti di Tuning Voices; il duo Alessandro Magnalasche e Filippo Serano e Una Piccola Orchestra Mediterranea, feat. Silvio D’Alessandro. Chiusura affidata alla Falegnameria Marri.

Dopo più di 20 anni, la Fondazione rilancia il Merendanzo, un format da ideato nei primi anni 2000, una giornata di festa che mette assieme il pranzo e la merenda, e l’aperitivo. 

L’idea nasce nella casa vacanze La Città del Sole, il primo progetto lanciato dalla scrittrice e giornalista Clara Sereni insieme al marito Stefano Rulli, sceneggiatore e regista, genitori di Matteo Rulli. La casa vacanze fu il primo passo di un lungo percorso volto a creare un’inclusione sociale concreta per persone con disturbi psichici, come Matteo. A seguito di questo primo esperimento infatti, fu istituita la Fondazione La Città del Sole, che oggi si occupa di inclusione abitativa, con il progetto P.R.I.S.M.A., cura e inclusione sociale con il Centro Diurno Psichiatrico FuoriPorta e inclusione lavorativa con Numero Zero, il primo ristorante inclusivo dell’Umbria. L’obiettivo comune a tutti i progetti della Fondazione è quello di immaginare e realizzare percorsi alternativi all’istituzionalizzazione, all’esclusione e soprattutto all’abbattimento dello stigma verso il disturbo psichico.

L’evento di celebrazione del 25° Compleanno dell’ente consisterà in un fitto programma di musica, teatro e grandi ospiti, accompagnato dal buon cibo di Numero Zero e birra e vini del territorio, da mattina a sera.

Questa sarà l’occasione per celebrare insieme un’importante storia d’inclusione, lungo la quale la Fondazione si è ritagliata un ruolo ben riconoscibile nella Psichiatria del territorio.

Per scoprire di più sul lavoro e sui progetti della Fondazione utilizzerà contributo, è possibile visitare il sito web fondazionecittadelsole.it